superluna

Superluna. Tra domani e dopodomani alzando gli occhi al cielo sarà possibile ammirare uno spettacolo non comune. Il nostro satellite infatti apparirà più grande del solito. Perché?

Si tratta del cosiddetto perigeo lunare, ossia il punto di massimo avvicinamento della Luna alla Terra. In questo caso la distanza sarà di 356.955 km. L'orbita lunare è ellittica, motivo per cui tale distanza varia. La Luna segue così il suo percorso ellittico attorno alla Terra con un lato, il perigeo, circa 50 mila chilometri più vicino rispetto a quello più lontano, chiamato apogeo, che quest'anno si verificcherà il 28 novembre.

Quando ciò accade, la luna piena che si verifica sul lato perigeo della sua orbita sembra più grande e luminosa, e le sue dimensioni sembrano aumentare dal 14 al 30%. In questo caso del 16%. Ed è quello che accadrà domani, quando la Luna raggiungerà il perigeo e al tempo stesso si allineerà con la Terra e il sole per diventare piena.

Noteremo la differenza? Dipende. Per osservare al meglio il fenomeno, occorre guardare la Luna tenendo presenti alcuni punti di riferimento, come la cima di un albero ad esempio, o un edificio ed altri oggetti in primo piano. Preferibili in ogni caso, le aree scarsamente illuminate. Ma il momento migliore per osservarla è quando la Luna sarà vicina all'orizzonte.

Accanto al fascino che tale fenomeno porta con sé, non mancano i timori e le suggestioni. Spesso si sono verificati fenomeno strani in concomitanza con la superluna. Qualche anno fa il terremoto che colpì il Giappone si verificò durante il perigeo lunare, e un recente studio pare aver dimostrato che anche la tragedia del Titanic sarebbe legata alla grande luna. Ma si parla anche di aumento di aumento di ricoveri negli ospedali, picco del tasso di criminalità e comportamenti stravaganti da parte delle persone.

Altrettanti studi moderni, tuttavia, non hanno mostrano alcuna correlazione tra la fase della Luna e l'incidenza della criminalità, le malattia e il comportamento umano. L'unico fenomeno certo è un innalzamento “extra” delle maree, ma secondo il National Oceanic and Atmospheric Administration non c'è nulla di cui preoccuparsi visto che si tratta di pochi centimetri.

L'ultimo fenomeno simile, un vero record, avvenne lo scorso 19 marzo, ma per la prossima superluna sarà necessario attendere fino al 23 giugno 2013.

Francesca Mancuso

Leggi anche SuperMoon: 5 cose da sapere sul perigeo lunare di stasera

maschera lavera 320

Lavera

Come preparare la pelle del viso all’estate in 5 mosse

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
21 giugno 300 x 90
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram