satellite_Uars

Mancano poche ore alla fine del countdown che vede come protagonista il satellite UARSS della Nasa, di cui abbiamo parlato nei giorni scorsi, che - dopo essersi schiantato - rischia di far precipitare alcuni frammenti sulla Terra, in particolare sul nord d’Italia.

Ma quante sono le probabilità che ciò accada?
Secondo il Comitato tecnico scientifico della Protezione Civile, costituito nell'ambito del Comitato Operativo, nel suo ultimo aggiornamento di oggi ha confermato lo scenario stimato nei giorni scorsi: la possibilità che i frammenti di satellite colpiscano il nostro Paese si aggira intorno allo 0,6%.

In pratica, la traiettoria che interessa l’Italia – in base a quanto riportato dal Comitato Operativo – è compresa in un’unica finestra temporale, che va dalle 21:25 e le 22:03 di questa sera.

Le aree a rischio sono le Province Autonome di Trento e Bolzano, tutte le province del Piemonte, Valle D'Aosta, Liguria, Lombardia, ma anche le città di Piacenza, Verona, Vicenza, Belluno, Treviso, Pordenone e Udine.

In realtà, gli esperti rassicurano le autorità locali e i cittadini, perché anche se dovesse verificarsi una caduta di frammenti è improbabile che questi possano causare il crollo di strutture ed edifici. Per questo è bene optare per i luoghi chiusi; in particolare per i piani più bassi degli edifici (luoghi generalmente più sicuri, ma non si escludono eccezioni), accanto ai muri portanti (quelli più spessi dove ci sono le porte).

"La già minima probabilità di caduta si riduce ulteriormente considerando il solo territorio abitato nella nostra provincia" - ha sottolineato il presidente della Provincia di Bolzano Luis Durnwalder, spiegando che la Provincia assicura un monitoraggio continuo della situazione e un flusso costante di informazioni con il Dipartimento nazionale. Attivato anche il sistema di Protezione civile del Veneto: "Pur se l'attuale probabilità di caduta è molto bassa non sottovalutiamo la cosa" - ha spiegato l'assessore alla Protezione Civile Daniele Stival - "I nostri uomini seguiranno l'evolversi della questione minuto per minuto, in contatto con il comitato operativo nazionale, al quale oggi ha partecipato il nostro dirigente Roberto Tonellato".

Stando sempre a quanto fatto sapere dalla Protezione Civile, il satellite della NASA, un tempo adibito a monitorare tra le altre cose il buco dell'ozono è composto da materiano non radiattivo e non tossico e nell'impatto con l'atmosfera terrestre è prevista una sua scomposizione in 26 pezzi, di cui il più pesante peserà 160 chilogrammi e toccherà il suolo con una velocità di 158 chilometri orari anche se arriveranno solo i frammenti che saranno caldi ma non roventi.

Secondo la Commissione tecnica del Dipartimento, il satellite civile della NASA è composto da materiale non radioattivo e non tossico. È prevista una sua scomposizione in 26 pezzi, di cui il più pesante peserà 160 kg e raggiungerà la superficie con una velocità di 158 chilometri orari; i frammenti saranno caldi ma non roventi.

Come proteggerci? Le regole consigliate sono quelle di "non sostare all'aperto, non permanere nei piani alti degli edifici, porsi sotto architravi o murature portanti delle proprie abitazioni e non manipolare eventuali frammenti ritrovati, ma darne immediata comunicazione alle Autorità di Protezione Civile".

Nel frattempo, l'Enav -Società nazionale per l'assistenza al volo - ha emesso un avviso agli aereo naviganti per informare sulla possibile presenza di frammenti del satellite nello spazio aereo.

Per avere aggiornamenti in tempo reale potete consultare la sezione apposita della Protezione civile o chiamare il servizio di Call center istituito e operativo da oggi fino alle 5 del 24 settembre al numero 800 840 840.

Verdiana Amorosi

maschera lavera 320

Lavera

Come preparare la pelle del viso all’estate in 5 mosse

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
21 giugno 300 x 90
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram