Sulle scogliere di Dover scoperta antichissima polvere di stelle

polvere di stelle Dover

Nelle scogliere di Dover, in Gran Bretagna, è incastonata della polvere di stelle. La suggestiva scoperta arriva dai ricercatori dell'Imperial College di Londra, che hanno trovato tracce di polvere cosmica nelle bianche scogliere inglesi.

Un ritrovamento che conferma il fatto che la Terra sia ricca di “materiale” che arriva dall'universo. Altri studi hanno dimostrato che il nostro stesso corpo è fatto di polvere di stelle. Un'idea tanto affascinante quanto reale.

Ma il significato di questa nuova scoperta è che la polvere cosmica fossilizzata potrebbe fornire una nuove informazioni sulle origini del nostro sistema solare.

La polvere cosmica era stata precedentemente trovata in rocce risalenti a 2,7 miliardi di anni. Tuttavia, fino ad ora solo i polimeri cosmici, che erano molto ben conservati, erano stati studiati dai ricercatori. Il nuovo studio invece ha rintracciato polvere cosmica fossilizzata meno ben conservata ma che può essere esaminata in dettaglio, fornendo informazioni su periodi antecedenti.

Martin Suttle, autore principale dello studio per il Dipartimento di Scienze della Terra e Ingegneria dell'Imperial College ha spiegato:

“Le iconiche scogliere bianche di Dover sono un'importante fonte di creature fossilizzate che ci aiutano a determinare i cambiamenti e gli sconvolgimenti che il pianeta ha subito molti milioni di anni fa. È così emozionante perché abbiamo scoperto che la polvere spaziale fossilizzata si trova a fianco a queste creature, e può anche fornire informazioni su ciò che accadeva nel nostro sistema solare in quel momento”.

In precedenza, gli scienziati non sapevano che le scogliere bianche di Dover contenessero polvere cosmica fossilizzata, sebbene fosse stata trovata in altre rocce.

Il motivo per cui era stata trascurata è che il processo di fossilizzazione aveva mascherato la vera identità delle particelle di polvere, perché aveva sostituito il contenuto minerale originale con materiali diversi, mascherando l'identità delle particelle spaziali.

Il team ha stabilito che la polvere cosmica fossilizzata era presente nei campioni di gesso osservando la loro struttura sferica distinta e la forma ad albero di natale del loro contenuto di cristallo.

In termini geologici, le particelle di polvere cosmica incontaminate sono solitamente un record relativamente recente di eventi nel sistema solare. La nuova fonte di polvere cosmica individuata a Dover invece è molto più vecchia e secondo gli scienziati inglesi potrebbe aiutare a comprendere eventi accaduti al di fuori della Terra, come le grandi collisioni tra gli asteroidi, che si sono verificati anche 100 milioni di anni fa.

fossili dover

Secondo i ricercatori, circa il 75 per cento della polvere cosmica che cade sulla Terra contiene cristalli frantumati di olivina. Poiché le particelle di polvere cosmica sono i resti polverizzati di collisioni tra asteroidi e comete nel nostro sistema solare, il contenuto di argilla e quindi il contenuto di acqua di queste rocce spaziali è alto.

LEGGI anche:

Polvere di stelle, che racconta la storia del nostro quartiere galattico permettendoci di andare indietro nel tempo, alla scoperta del passato del sistema solare.

Francesca Mancuso

Foto