Tris di stelle cadenti: sarà una vera e propria pioggia di meteore

meteore

Alla vigilia dell'estate il cielo ci regala una ricca pioggia di meteore. Diversi sciami di stelle cadenti potranno essere avvistati nel corso di queste notti. Ecco dove guardare per cercare di individuarle con più facilità.

Liridi e xi Draconidi

Spiega l'Uai che le regioni del cielo da tenere sott'occhio sono quelle della costellazione del Dragone e della costellazione della Lira. Qui infatti saranno presenti due radianti distanti quello delle Liridi, originate dalla cometa 1915 Mellish, e quello delle xi Draconidi, che negli ultimi anni ha mostrato degli improvvisi exploit di meteore.

Delle Liridi esistono testimonianze già dall’800. La loro frequenza però varia in base alla posizione della cometa che le origina.

Quando osservarle? Le notti migliori saranno quelle tra il 15/16 e 16/17 giugno di probabile maggiore attività di entrambe le correnti. Le condizioni sono favorevoli visto che la luna sarà quasi del tutto assente.

La mappa che segue mostra il cielo orientale poco dopo le 22:

meteore giugno2

Aquilidi

Sempre nel corso delle stesse notti sarà visibile anche lo sciame delle Aquilidi, tra la costellazione dell'Aquila e quella dell’Ofiuco. Il picco sarà tra il 16 e il 17 giugno. Il 2017 è un buon anno per queste meteore perché il maggior numero è atteso nelle ore notturne.

LEGGI anche:

IL CIELO DI GIUGNO: LO SPETTACOLO DEI PIANETI ACCOMPAGNATO DALLA LUNA 'ROSA'

SATURNO PIÙ VICINO CHE MAI: COME AMMIRARE IL PIANETA CON GLI ANELLI AD OCCHIO NUDO

Le stelle cadenti solcheranno un altro spettacolo, in programma per queste sere, l'opposizione di Saturno al sole.

Francesca Mancuso