parchi stelle

A causa dell’inquinamento luminoso stiamo mettendo a rischio la possibilità di godere dell’appagante vista di un cielo pieno di stelle. A dirlo uno studio, pubblicato di recente, condotto intervistando tra l’altro i visitatori dell’Acadia National Park del Maine negli Stati Uniti e mostrandogli una sequenza di foto del cielo stellato più o meno offuscato dalla presenza di luci.

Il 90% degli intervistati ha confermato come osservare un cielo notturno sia qualcosa di piacevole ed importante e di come si aspetta che il parco nazionale lavori affinché i visitatori possano continuare a godere a pieno di questo spettacolo. E fin qui nulla di strano, c’è però la possibilità che coloro che si rifugiano nella natura per vedere le stelle possano avere brutte sorprese.

Infatti secondo lo studio, condotto da Robert Manning della University of Vermont, il 99% dei cieli di tutto il mondo soffrono di inquinamento luminoso e circa i due terzi degli americani non può osservare la Via Lattea dalle proprie abitazioni. In realtà chi abita in città, raramente ha la fortuna di vedere anche poche stelle dato che il cielo non è mai abbastanza buio da farle brillare come dovrebbero.
C’è da dire però che dalle città non ci si aspetta granché in fatto di panorami stellati, al contrario invece delle aspettative di chi va a visitare dei parchi naturali. Putroppo però anche questi ultimi sono minacciati da quelle stesse luci che illuminano metropoli e cittadine, in grado infatti di raggiungere distanze di molti chilometri.

"E 'una storia tipica – ha dichiarato Manning – quella di capire il valore delle cose quando stanno scomparendo”. Fortunatamente, osserva lo studioso, ci sono alcuni accorgimenti che si possono avere per fare in modo che almeno nei parchi si mantenga il buio necessario ad ammirare le stelle. Si tratta di un lavoro che va fatto sia all’interno dei parchi che fuori. Ad esempio nelle aree verdi vanno limitate al minimo le luci, i visitatori dovrebbero utilizzare esclusivamente torce o fari, più difficile ovviamente agire su quanto c’è al di fuori, l’obiettivo è comunque quello di trovare dei sistemi che facciano in modo che la luce arrivi il meno possibile a colpire le zone verdi buie.

Magari, continua il ricercatore, le città potrebbero pensare a lavorare per combattere l’inquinamento luminoso come ad un’occasione per rilanciare il turismo astronomico. Come al solito bisogna fare leva sull’economia anche per proteggere l’ambiente!

Pensate che triste scenario quello di un futuro in cui forse non potremmo più ammirare con facilità cieli notturni come questi.

parchi stelle 4

Fonte foto: Flickr

parchi stelle 5

Fonte foto: Flickr

parchi stelle 6

Fonte foto: Flickr

parchi stelle 2

Fonte foto: Flickr

Francesca Biagioli

Leggi anche:

ECCO COME SAREBBERO LE CITTA' SENZA L'INQUINAMENTO LUMINOSO (FOTO)

7 SPLENDIDI PARCHI NATURALI DOVE AMMIRARE LE STELLE (FOTO)

geronimo stilton

Trocathlon

Torna il mercatino dell'usato di Decathlon che fa bene all'ambiente e al portafogli

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram