Equinozio d'autunno 2014: si cambia stagione

equinozio autunno

Pensavate che l'autunno fosse già arrivato? Sbagliato. Ancora qualche ora d'estate. Contrariamente alla credenza comune che fissa al 21 l'alternarsi delle stagioni, l'autunno quest'anno arriverà domani 23 settembre alle 2.29 GMT (4.29 ora italiana). Cominciamo a dire “ arrivederci all'estate. Ultime ore, poi la stagione più calda dell'anno passerà la staffetta a quella delle castagne. E domani il giorno e la notte avranno circa la stessa durata: è l'equinozio d'autunno e tale coincidenza tra le due fasi si verifica, in un anno, anche in un'altra occasione, con l'arrivo della primavera.

In quell'istante, il sole si trova esattamente all'intersezione tra l'eclittica e l'equatore terreste. Più semplicemente, la nostra Terra si muove si ruotando attorno al proprio asse inclinato, dando vita all'alternanza del giorno e della notte (moto di rotazione) ma orbita anche attorno al sole (moto di rivoluzione). Quest'ultimo sancisce il passaggio da una stagione all'altra.

Quando questi due moti si “intersecano”, ha luogo l'equinozio. E domani avremo le stesse ore di luce e di buio. Il Sole sposterà in un certo senso la sua sfera di influenza dall'emisfero nord a quello sud lungo l'asse immaginario dell'equatore, sorgendo precisamente ad est e tramontando ad ovest.

Ci si avvicinerà così lentamente, giorno dopo giorno, all'inverno, inaugurato il 21 dicembre dal solstizio d'inverno, caratterizzato dalla notte più lunga dell'anno per gli abitanti dell'emisfero Nord. Per chi vive invece nell'emisfero australe, invece, domani sarà primavera.

equinozio

Foto: Wikipedia

Tanti i miti legati all'arrivo di questa stagione, soprattutto originari della cultura celtica che celebrava nel giorno dell'equinozio d'autunno il dio dei raccolti Mabon.

Ma non disperiamo. Anche se l'estate è considerata la stagione del caldo e dei colori per eccellenza, anche l'autunno ha molto da offrire, nonostante l'accorciarsi delle ore di luce. Un mix di tonalità calde farà capolino un po' ovunque, avviando trasformazioni come solo la Natura sa fare. Ed è così che il verde brillante delle foglie si mischierà a tonalità calde come il giallo, l'arancio e il rosso. Un periodo atteso soprattutto per due dei prodotti simboli del nostro paese, l'olio d'oliva e il vino.

Ma non solo. Autunno è anche sinonimo di raccolto di semi per il prossimo anno, di radici per tisane e preparati come unguenti ed oleoliti.

Approfittiamo degli ultimi squarci di colore prima dell'arrivo dell'inverno.

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

Equinozio d'autunno (22 settembre 2012): è tempo di raccogliere ciò che abbiamo seminato

Solstizio d'Estate 2014: 21 giugno, oggi è il giorno più lungo dell'anno