Uova sode e banane già sbucciate avvolte in strati di plastica al supermercato sono il simbolo di una società da ripensare radicalmente

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Quando l’imballaggio è inutile e persino dannoso, ma denota tutte le contraddizioni del nostro tempo. Supermercati sempre più invasi dagli imballaggi, mentre gli scienziati avvertono che se si continua a questo ritmo, entro il 2050 al posto dei pesci vedremo galleggiare solo plastica.  In questi giorni, molti lettori ci hanno segnalato le ultime due stranezze sul piano alimentare. La prima è quella di banane sbucciate e confezionate nella vaschetta di plastica, la seconda quella delle uova sode sbucciate.

Banane senza buccia, ma con la plastica

“Sbucciare la banana è troppo scomodo?Nessun problema: Carrefour la sbuccia per te… tu devi solo “sbucciare” l’imballo di plastica”, scrive questa utente sui social.

Ed il punto è proprio questo: perché sbucciare una banana che non avrebbe alcun bisogno di involucro e poi, perdere lo stesso tempo, per scartare un imballaggio che se non correttamente smaltito va a soffocare pesci, tartarughe e distruggere l’ecosistema?

Gli imballaggi in plastica sono spesso descritti come mezzo per evitare gli sprechi alimentari, ma questa teoria è stata ampiamente smantellata, visto che con essi aumentano anche i rifiuti.
Quanto pensate che possa resistere una banana già sbucciata? Sicuramente molto meno di una che sta comodamente nel proprio involucro naturale e che la preserva da eventuali contaminazioni.

“Molti imballaggi usati dall’industria alimentare e dai rivenditori sono usati per supportare l’efficienza economica e gli obiettivi di marketing piuttosto che per preservare il cibo”, denunciava il rapporto Unwrapped: How Throwaway Plastic is Failing to Solve Europe’s Food Waste Problem.

Uova sode in vaschetta

uova-sode

@maia

La seconda segnalazione riguarda le uova, anch’esse già sbucciate, cotte e vendute da Maia e da Naturelle. Ne sentivamo l’esigenza? Anche no. Tempo di cottura di un uovo: dai quattro ai sei minuti, tempi di smaltimento della plastica? Anche cento anni.

Tempo fa, avevamo lanciato perfino una campagna, #svestilafrutta, che andava contro questa mania (inutile) di imballare frutta e verdura. I nostri profili Twitter e Instagram erano stati letteralmente invasi da immagini di cipolle, cetrioli e via dicendo, avvolti in strati e strati. La situazione a quanto pare non è cambiata, anzi si va verso una lenta deriva ai danni dell’ambiente e degli animali. E il tutto perché non si può sbucciare una banana o cuocere un uovo? Pensateci, il gioco non vale la candela.

Leggi anche:

 

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Cristalfarma

Come gestire nel proprio piccolo disturbi d’ansia e stress di uno dei momenti storici più difficili

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

NaturaleBio

Cacao biologico naturale, in granella o in polvere: benefici e ricette per portarlo in tavola con gusto

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook