Tubby, il labrador campione del riciclo che fa pubblicita’ alla San Pellegrino senza saperlo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Si chiama Tubby il simpatico cane del Galles che ha stabilito un vero e proprio record raccogliendo oltre 25.000 bottigliette di plastica in sei anni, con la complicità della sua padrona Sandra Gilmore. Ciò gli è valso l’ingresso nel Guinness dei Primati.

Come fa? Il suo sistema è semplicissimo: una volta identificata la bottiglia di plastica, l’accartoccia con i denti la consegna alla sua proprietaria, che ricicla il vuoto. Craig Glenday, patron del libro in cui tutti vorrebbero entrare, ha detto: “abbiamo una squadra perennemente immersa nel mondo dell’informazione per cogliere tutte le stranezze e le curiosità del mondo. Ci siamo imbattuti nella storia di Tubby e ci è sembrato giusto tributargli il giusto riconoscimento. Questa è una storia che sicuramente insegnerà e sarà fonte di ispirazione per gli adulti e i bambini“.

È questa la notizia che tutti i media stanno riportando in queste ore. Peccato che la storia risalga al 2010 e che sia stata usata per una evidente operazione di marketing, con l’obiettivo di dare ampia visibilità al blog corporate dell’acqua San Pellegrino “In a Bottle”, “il primo waterzine italiano, un vero e proprio magazine online sul mondo e i valori dell’acqua minerale”, si legge nella sua descrizione.

Tubby-recycling-dog2

È proprio sulle sue pagine, infatti, che è stata “riesumata” la news, vecchia di 3 anni, rilanciata da un comunicato stampa diffuso a tutte le redazioni che lo stanno riportando (e linkando) come fonte.

Chissà cosa penserebbe il cane riciclatore. Chissà se Tubby, vero e proprio paladino dell’ambiente, sia contento di prestare inconsapevolmente il suo bel musino per la multinazionale dell’acqua minerale…

Roberta Ragni

LEGGi anche:

Bottle Life: il documentario che svela il business dell’acqua della Nestlè

Norman, il gatto ambientalista (video)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook