Il Titanic di Roma: c’è una nave fantasma spiaggiata sul Tevere

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

È stato già ribattezzato il Titanic di Roma, un barcone spiaggiato sulla banchina del Tevere a Roma che sta lì dal 2008, ovvero da quando si schiantò contro ponte Sant’Angelo. Parliamo del Tiber II, oggi semi nascosto dalla vegetazione.

A riportare alla luce questa triste vicenda di degrado è Antonello Palmieri, presidente dell’associazione Romanuova che su Facebook mostra la foto del Tiber II scrivendo:

“Ecco la foto del Titanic delle istituzioni, l’immagine-simbolo di Roma che affonda… per la cronaca, si tratta del relitto del Tiber II, naufragato 10 anni fa! Ora si trova sulla banchina del lungotevere della Vittoria. Pare sia pure abitato..”

La Tiber II si trova esattamente all’altezza di via Fagarè-via Costabella ed è un’enorme carcassa.

“È una scena spettrale, peraltro al centro di Roma, che non abbiamo mai visto in nessun’altra capitale Ue. Una scena di cui le istituzioni dovrebbero essere chiamate a rendere conto”, dice in una nota Palmieri.

E ancora prosegue:

”Nel corso di una passeggiata in bicicletta sulla ciclabile – chiamiamola così – lungo il fiume Tevere, abbiamo scoperto dove finisce la propaganda delle istituzioni, e dove comincia la realtà. Tra fango, buche, water e bidet, scatole di polistirolo, vecchi arredi di plastica, decine di biciclette a noleggio vandalizzate, dobbiamo prendere atto che oggi questa è Roma. Ma abbiamo soprattutto “scoperto” dov’é finita la motonave Tiber II, che effettuava servizio sul fiume, schiantatasi nel dicembre del 2008 contro ponte Sant’Angelo nel corso di una piena. Dieci anni fa”.

Insomma, al di là delle polemiche politiche, che non ci riguardano, ci certo è una pagina triste che non dà lustro alla nostra bella capitale.

Leggi anche:

Dominella Trunfio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook