@123rf/Vladimir Soldatov

La prima piattaforma dove si può guadagnare con gli scarti di produzione: l’idea geniale di una startup bolognese

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Guadagnare offrendo i propri rifiuti, in un modo davvero semplice: tramite una piattaforma dedicata. L’idea è di Sfridoo, una giovane start up bolognese ideata da tre giovani architetti di 30 anni: Marco Battaglia, Andrea Cavagna e Mario Lazzaroni. L’obiettivo? Permettere alle aziende di guadagnare attraverso gli scarti della propria produzione e nel frattempo spingerle verso l’economia circolare.

Un’idea semplice ma che potrebbe incentivare tale sistema. Sfridoo è la prima piattaforma che unisce “domanda e offerta”, in cui le imprese si incontrano per comprare e vendere scarti, sottoprodotti, avanzi di magazzino e cespiti aziendali. Nata 4 anni fa, nel 2017, essa opera nel settore ambientale, offrendo servizi mirati alle corporate per l’ottimizzazione dei residui e avanzi di produzione. E per farlo si avvale delle nuove tecnologie per il settore del waste management.

A differenza di intermediari rifiuti e gestori ambientali, con Sfridoo® valorizzi al massimo i tuoi residui di produzione restituendo loro un valore che pensavi fosse completamente perduto, spiegano gli ideatori.

Come funziona Sfridoo

Sfridoo si rivolge sia alle PMI che alle Grandi aziende del territorio italiano che soffrono a causa dell’aumento vertiginoso dei costi di smaltimento e che intendono avviare percorsi virtuosi nell’ambito dell’economia circolare. Di fatto, questa giovane start up, tramite la propria piattaforma, non fa altro che mettere in comunicazione le aziende che vogliono liberarsi dei propri rifiuti con quelle che invece vogliono acquistarli per trasformarli in materia prima seconda.

Con Sfridoo® puoi cogliere il valore residuo di scarti e cespiti, traendo benefici economici, fiscali e ambientali. Anche la tua azienda, con Sfridoo®, entra a far parte dell’Economia Circolare.

I vantaggi

Sono diversi. Si va dall’azzeramento dei costi di smaltimento, grazie al network di Sfridoo al guadagno ottenuto dai rifiuti. I benefici sono ovviamente anche ambientali visto che dando valore agli scarti, si riduce anche il loro impatto ambientale. Essi infatti vengono trasformati in materia prima seconda tornando a nuova vita.

La mission di Sfridoo® è quella di generare la simbiosi industriale tra le imprese intesa come scambio di: sottoprodotti, avanzi di magazzino e cespiti aziendali. Un mercato dove il termine rifiuto viene inteso come risorsa proponendo alle imprese progetti e strumenti di mercato, spiegano.

Una soluzione amica dell’ambiente e del portafoglio.

Fonte di riferimento: Linkedin, Sfridoo

LEGGI anche:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Ènostra

“Libertà è autoproduzione”: con ènostra l’energia è rinnovabile, etica e sostenibile

Schär

Pasta madre senza glutine: tutto quello che devi sapere

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook