Bicchieri e imballaggi dagli scarti di ananas: così questa start-up filippina aiuta gli agricoltori e dice addio alla plastica

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Dagli scarti di ananas, il Design Center delle Filippine ha creato una carta innovativa capace di sostituire, in maniera sostenibile, tanti tipi di imballaggi e non solo. Infatti, la sua durezza e impermeabilità, rendono Pinyapel un materiale versatile, la cui applicazione raggiunge persino il settore del design e della moda.

carta con scarti di ananas

©Pinyapel | Design Center of the Philippines

Le Filippine sono il secondo produttore di ananas al mondo. Per anni i suoi rifiuti agricoli sono stati un grande problema, ora invece sono diventati una preziosa risorsa. Infatti, seguendo il concetto di economia circolare, è nata Pinyapel, una carta speciale realizzata artigianalmente a base degli scarti di questo frutto, utilizzata per realizzare diversi prodotti che vanno dai sacchetti di carta ai bicchieri.

La sua durezza e impermeabilità, rendono Pinyapel un materiale innovativo e versatile. Grazie alle foglie di ananas, si ottiene una carta molto resistente ai liquidi, perfetta non solo per i sacchetti di carta, per le scatole e gli imballaggi, ma anche per prodotti come tazze da caffè o bicchieri, e adesso si sta persino cercando di usarla per creare oggetti di design, giocattoli e moda.

L’economia circolare dell’ananas

coltivazione ananas

©Pinyapel | Design Center of the Philippines

Innovare è ormai un tassello fondamentale per arrivare alla sostenibilità, e questo ne è un grande esempio. Un solo sottoprodotto affronta ben quattro problemi contemporaneamente: il trattamento dei rifiuti agricoli, la lotta alla plastica, la deforestazione (non tutti i paesi gestiscono responsabilmente le foreste), e aiuta i coltivatori di ananas locali a guadagnare di più, aggiungendo valore a un elemento che prima rappresentava per loro un grattacapo.

©Pinyapel | Design Center of the Philippines

L’ambizione di Pinyapel è quella di sostituire i contenitori da asporto e rendere Pinyapel parte della compostiera, per permettergli di essere riutilizzata per fertilizzare il terreno e arricchirlo. Così, invece della tradizionale economia lineare del togliere dalla Terra, possiamo restituirle e renderla più ricca e più sana, facendo una pratica responsabile per preservare la Terra per le generazioni future”, ha dichiarato Rhea O. Matute, la direttrice esecutiva del Design Center delle Filippine.

Questo materiale innovativo è stato sviluppato dal Design Center delle Filippine e supportato da organizzazioni pubbliche e private. All’inizio della ricerca sono partiti con risorse limitate, ma con le idee chiare: creare un materiale sostenibile dai rifiuti agricoli, in modo tale da utilizzare il design per migliorare la vita delle comunità emarginate delle Filippine in sintonia con l’ambiente.

©Pinyapel | Design Center of the Philippines

La loro tenacia ha avuto ben presto il riconoscimento dell’enorme potenziale del loro progetto, vincendo diversi premi e riuscendo ad accedere ad alcuni finanziamenti. Così il Design Center ha lavorato con dei consulenti per esaminare le opportunità per la commercializzazione di Pinyapel, creando un marchio che collega i valori e la missione innovativa del materiale ai consumatori.

Pinyapel cerca di ispirare e incoraggiare le agenzie governative e i settori privati a collaborare al fine di avere opportunità di commercializzazione attraverso l’adozione di processi e prodotti sviluppati. Le partnership potrebbero anche aprire la strada all’implementazione di strategie di progettazione circolare come la scelta degli input, pensare localmente, l’estensione della vita dei prodotti e la chiusura del ciclo “, ha affermato Matute.

La versatilità degli scarti dell’ananas

separatore-pinyapel

©INDIGENOUS/Oro Handmade Innovations Inc.

Attualmente Pinyapel è commercializzato tramite Oro Handmade Innovations come dei fogli di carta fatti a mano disponibili per le aziende che decidono di essere sostenibili nel packaging dei loro prodotti, oppure come prodotti per la casa come lampade e divisori. Inoltre collaborano continuamente con aziende private, come ad esempio l’imballaggio piantabile Sprout che, oltre a fertilizzare il terreno, si trasforma in una piantina subito dopo il consumo.

Packaging con scarti di ananas

©Pat Mangulabnan/Instagram

Il Design Center è alla costante ricerca per potenziare tutti gli utilizzi degli scarti di ananas, impegnandosi a creare nuovi design e applicazioni. Infatti, in sinergia con 10 aziende locali, si sta preparando per il prossimo Sustainability Solutions Expo, che si realizzerà a novembre nelle Filippine, in cui preannuncia grandi novità, dimostrando l’immensa versatilità di Pinyapel.

I settori per le applicazioni di Pinyapel includono Packaging, Home, Fashion e Art Toys. Abbiamo collaborato con altri processori e convertitori per esplorare la diversità di Pinyapel e le infinite possibilità dell’ananas, più grandi del frutto stesso. Volevamo utilizzare Pinyapel per mostrare l’eccellenza artigianale, la sostenibilità / circolarità, il malasakit (empatia) e l’umanità, che sono anche i pilastri di Philippine Design 4.0, nonché per mostrare le cause che Pinyapel abbraccia, ovvero l’istruzione, l’occupazione e la sostenibilità. I risultati dell’iniziativa saranno mostrati al Sustainability Solutions Expo (SSX) di CITEM”, ci racconta Rolyn Lomocso, ricercatrice senior del Design Center delle Filippine.

L’economia circolare ha molteplici vantaggi economici, sociali e ambientali, e Pinyapel ne è la dimostrazione. Non vediamo l’ora che arrivi novembre per avere altri aggiornamenti su questo magnifico progetto.

Seguici su Telegram| Instagram  |Facebook |TikTok |Youtube

Ti raccontiamo qui altre storie circolari, oppure leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Comunicatrice sociale specializzata in giornalismo ambientale e terzo settore, un master in Comunicazione Ambientale e uno in Innovazione Sociale. In greenMe ha trovato il suo habitat ideale.
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook