Questa azienda trasforma gli scarti di avocado in cannucce e posate biodegradabili

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Mentre cannucce di plastica e posate usa e getta cadono piano piano in disgrazia, bandite a causa dei danni ambientali provocati dalla plastica, una società con sede in Messico ha trovato un’interessante alternativa a questo materiale ancora troppo utilizzato. Ad essere trasformati in bioplastica sono questa volta i semi di avocado!

Pensando al Messico probabilmente, tra le altre cose, vi verrà in mente la famosa salsina Guacamole che si prepara a partire dall’avocado. Ora da questo frutto, e precisamente dai suoi semi, è possibile realizzare una speciale plastica completamente biodegradabile.

A farlo per prima è stata la l’azienda Biofase che produce posate e cannucce biodegradabili ricavate appunto dai semi di avocado utilizzando un processo le cui origini risalgono al 2012 quando Scott Mungía, l’ideatore, era un semplice studente di ingegneria chimica che pensava a come poter contribuire a risolvere i problemi di inquinamento ambientale. Il giovane talentuoso si è messo alla ricerca di una fonte affidabile di plastica biodegradabile.

Dopo aver provato a realizzarla senza successo con altre materie prime, come mango e semi di mamey sapote (l’albicocca dei Caraibi), sperimentò la possibilità di utilizzare i semi di avocado. Da quel momento è servito un anno e mezzo di ricerca per trovare un metodo efficace per estrarre dai semi un composto molecolare in modo da ottenere un biopolimero, modellabile in qualsiasi forma si desideri. L’idea fu vincente e Munguía brevettò il processo e fondò Biofase.

biofase cover

E’ nata così la bioplastica a base di avocado i cui prodotti degradano dopo 240 giorni di esposizione agli elementi atmosferici o piantati nel terreno mentre i loro equivalenti a base di combustibili fossili possono impiegare più di 100 anni.

Grazie a questo innovativo processo si è potuta fondare una vera e propria industria con 14 dipendenti che ad oggi produce 700 tonnellate di bioplastica al mese. Inizialmente un primo impianto per la produzione di resine plastiche ecofriendly e biodegradabili al 100% è stato istallato a Morelia, successivamente nel 2016 è nato un secondo impianto dove si producono le posate e a febbraio di quest’ anno sono state aggiunte anche le cannucce.

biofase

L’idea di usare i semi di avocado è stata davvero ottima in quanto questi si accumulano in Messico come in nessun’altra parte del mondo e finiscono per essere bruciati nelle discariche.


Leggi anche:

Francesca Biagioli

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook