Rifiuti: Conai e Cnr insieme per riciclare meglio plastica e imballaggi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Come risolvere il problema dell’accumulo dei rifiuti? Innanzitutto riciclando al meglio tutto ciò che possiamo. Ecco dunque la nascita di un accordo tra Conai e Cnr per dare vita a nuovi progetti di ricerca dedicati al riciclo della plastica e degli imballaggi. Conai e Cnr parlano di nuovi materiali e di nuovi processi per diminuire in modo significativo la quantità dei rifiuti diretti in discarica.

L’accordo Cnr-Conai è stato siglato ieri, mercoledì 5 marzo, e avrà una durata di 3 anni. Conai si impegnerà a rendere gli imballaggi più compatibili con l’ambiente rafforzando le attività di ricerca scientifica e tecnologica, in collaborazione con enti e università. Il consorzio ha già investito 800 mila euro per i miglioramenti in vista nei prossimi 2 anni.

Il Cnr aiuterà il Conai a sviluppare soluzioni originali per il settore degli imballaggi. Saranno favoriti soprattutto i miglioramenti dei processi di lavorazione e di riciclo dei materiali di scarto. Le due realtà vogliono dare vita, insieme, a nuove tipologie di materiali di imballaggio, che risultino sia biocompatibili che dal ciclo di vita più ampio. Ci aspettiamo dunque materiali da imballaggio con un minor impatto ambientale. L’attenzione si focalizza su 2 progetti.

1) Il primo progetto riguarda gli scarti eterogenei e multimateriale post-consumo, compresi cartone e poliaccoppiati plastica-alluminio. Gli scarti verranno utilizzati per dare vita a nuovi materiali completamente riciclati.

2) Il secondo progetto coinvolge le plastiche miste e la valutazione del decadimento delle loro proprietà come conseguenza del loro ripetuto utilizzo e riciclo. L’obiettivo finale consiste nel mettere a punto un processo di riciclo meccanico per le miscele di plastiche miste, che ne renda possibile il recupero energetico.

Conai, infine, si impegnerà a migliorare i processi di riciclo di plastica, vetro e acciaio in collaborazione con altre realtà, come la Stazione Sperimentale del Vetro e il Dipartimento di Ingegneria industriale dell’Università di Salerno.

Marta Albè

Leggi anche: 5 modi per guadagnare con il riciclo e la raccolta differenziata

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Life Coach, insegnante di Yoga e meditazione. Autrice del libro “La mia casa ecopulita” edito da Gribaudo - Feltrinelli editore.
NaturaleBio

Cacao biologico naturale, in granella o in polvere: benefici e ricette per portarlo in tavola con gusto

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Schär

Celiachia o sensibilità al glutine? Come ottenere una corretta diagnosi

Cristalfarma

Come gestire nel proprio piccolo disturbi d’ansia e stress di uno dei momenti storici più difficili

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook