@ Couleur/pixabay.com

Questa azienda ha creato un nuovo polistirolo senza plastica con gli scarti dei popcorn

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Conosciamo i popcorn come tradizionali snack da cinema, ma presto potrebbero essere utilizzati anche per la costruzione di case, mobili e addirittura navi da crociera. Com’è possibile? I popcorn potranno davvero diventare il materiale (green) del futuro?

Ogni anno quasi 10 milioni di tonnellate di polistirolo vengono prodotte ed utilizzate negli ambiti più disparati – dal packaging industriale alla produzione di piatti e bicchieri monouso. Tuttavia, aldilà della sua indiscutibile utilità e praticità, il polistirolo ha un lato oscuro: non è biodegradabile e ha la tendenza a distruggersi nell’ambiente, disperdendosi in milioni di piccolissime particelle che finiscono nel terreno o nelle acque.

@Carolin Pertsch/Georg-August-Universität Göttingen

Per questo motivo i ricercatori dell’università di Göttingen hanno investito anni di ricerca nel tentativo di trovare un’alternativa green all’uso di questo materiale. Dopo numerosi tentativi sono riusciti a creare un materiale tridimensionale che può essere prodotto da popcorn ridotti in ‘granuli’ di dimensioni tutte uguali. i granuli sono poi pressati insieme per creare fogli o pannelli di eco-polistirolo.

Il grande vantaggio di questo materiale è che, derivando da un alimento, è altamente biodegradabile ed ecosostenibile: questo innovativo packaging derivante dalle piante, infatti, è un’ottima alternativa al polistirolo, che deriva dal petrolio, e si decompone nell’ambiente dopo l’uso senza lasciare residui.

(Leggi: Polistirolo addio! Scienziati creano dalle piante alternativa vegetale compostabile)

“Se si taglia un popcorn e lo si osserva al microscopio, si osserva che questo ha una struttura molecolare simile a quella del polistirolo” piega il professor Alireza Kharazipour, che ha guidato il team di ricerca. “La produzione di questa nuovo materiale, basata su una tecnologia sviluppata nell’industria plastica, creazione la produzione di un’ampia gamma di oggetti.” Questo è particolarmente importante per quanto riguarda gli imballaggi, perché assicura che i prodotti siano trasportati in modo corretto – il che minimizza lo spreco.” Il nuovo materiale a base di popcorn, infatti, ha proprietà idrorepellenti, il che apre alla possibilità di ulteriori suoi utilizzi nel futuro.

Per ora questo materiale è stato utilizzato per la produzione di accessori per la cucina, ma le possibilità di utilizzo sono potenzialmente infinite.

Fonte: University of Göttingen

Ti consigliamo anche:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Ho 25 anni e sono laureata in Lingue Straniere. Sono da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile. Tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook