La rivoluzionaria macchina che ricicla 100 kg di pannolini usa e getta ogni ora 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

100 chilogrammi di pannolini usati ridotti a sola cellulosa e plastica per uso industriale in un’ora. La tecnologia sviluppata presso la Chung Hua University (Taiwan) è stata già brevettata dalla Multiply Energy Co e potrebbe essere più vicina al mercato di quanto pensiamo.

I pannolini sono diffusi in tutto il mondo e raggiungono numeri impressionanti. Basti pensare che, in media, la spesa che una famiglia sostiene gli usa e getta va da 700 a 1000 euro circa all’anno. E tutto finisce poi in discarica o bruciato negli inceneritori.

Sì, perché i pannolini, per la loro complessità, sono attualmente considerati materiali non riciclabili. Le stime indicano che potrebbero essere necessari fino a 400 anni per una completa decomposizione dei pannolini usati. Inoltre, a causa della loro composizione, possono produrre sostanze tossiche quando vengono inceneriti.

“Ogni giorno in Taiwan vengono gettati oltre 2 milioni di pannolini” ha spiegato Huang Shih-han, responsabile della Environmental Protection Bureau della contea di Hsinchu del Taiwan, precisando che tali rifiuti rappresentano il 3-5% del volume totale di rifiuti del Paese.

Ma questa tecnologia potrebbe contribuire a risolvere un problema ambientale di evidenti proporzioni. Wu Pei-ren, fondatore di Multiply Energy Co., sostiene infatti che, grazie all’innovativo processo, i pannolini usati possono essere ridotti a cellulosa, poliacrilati e polietilene, che possono a loro volta essere riutilizzati per realizzare cartoni, essiccanti e sacchetti per immondizia.

Inoltre John Hwang, professore di design industriale presso l’Università di Chung Hua sostiene che in questo mondo si potrebbero produrre fino a 75.000 tonnellate di cellulosa rinnovabile all’anno, evitando l’abbattimento di 864.000 di alberi e risparmiando tutta l’acqua necessaria alla produzione della cellulosa.

Used Diaper: Sz-Chwun Hwang / Vimeo

Il team ha vinto nel 2017 un premio nazionale di design industriale nel settore della protezione ambientale lo scorso anno per la ricerca sul riciclo dei pannolini usati.

Con la speranza di vedere presto la tecnologia applicata su larga scala…. e che sempre più famiglie scelgano i pannolini lavabili.

Per qualche consiglio per risparmiare sui pannolini leggi anche:

Roberta De Carolis

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Roberta De Carolis ha una laurea e un dottorato in Chimica, e ha conseguito un Master in comunicazione scientifica. Giornalista pubblicista, scrive per GreenMe dal 2010.
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook