La Cina vieta l’uso di sacchetti di plastica e cannucce nelle città. Monouso al bando dal 2025

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La Cina ha deciso di eliminare gradualmente la plastica monouso, a cominciare dai sacchetti di plastica, che saranno banditi nelle principali città del paese entro la fine di quest’anno.

La Commissione nazionale per lo sviluppo e le riforme (NDRC) cinese ha dichiarato che la produzione e l’uso di un gran numero di materie plastiche monouso saranno gradualmente eliminati in tutto il paese da qui al 2025.

Riducendo la produzione, la vendita e l’uso di prodotti in plastica, la Cina cerca di affrontare il gravissimo problema dei rifiuti di plastica che vengono sepolti nelle discariche e che finiscono per soffocare il terreno, i corsi d’acqua e gli oceani.

Si tratta di una decisione importante, poiché la Cina è uno dei maggiori responsabili dell’inquinamento causato dai rifiuti di plastica, insieme a Indonesia, Filippine, Vietnam e Thailandia.

Secondo un rapporto dell’UNEP, il Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente, oltre la metà della plastica presente negli oceani arriva da questi paesi e risolvere il problema dei rifiuti di plastica nel Sud-est asiatico è indispensabile per risolverlo in tutto il mondo.

Fortunatamente, i governi stanno rispondendo alla necessità di ridurre i rifiuti: anche la Thailandia ha recentemente deciso di vietare l’uso dei sacchetti di plastica e di avviare una campagna di sensibilizzazione contro la plastica monouso.

Ora tocca alla Cina che, dopo i sacchetti, ha intenzione di eliminare le cannucce monouso e di ridurre del 30% l’utilizzo di plastica monouso nella ristorazione entro il 2025. Altri interventi sono in atto nel settore medico, in quello logistico e in agricoltura.

Contemporaneamente il paese si sta impegnando ad aumentare il tasso di riciclo dei rifiuti per garantire che sempre più plastica venga recuperata e riutilizzata.

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, redattrice web dal 2013, ha pubblicato per Edizioni Età dell’Acquario "Saponi e cosmetici fai da te", "La Salvia tuttofare" e "La cipolla tuttofare".
Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook