Raccolta differenziata: Italia all’avanguardia, terza in Europa nel riciclo degli imballaggi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Italia fortissima sul riciclo degli imballaggi: siamo terzi in Europa  a poca distanza da Germania e Spagna, con molte filiere che hanno già superato gli obiettivi per il 2025. Chi lo avrebbe detto? È una realtà presentata nell’ultimo Rapporto ‘L’Italia del Riciclo‘, realizzato dalla Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile e da Fise-Unicircular.

10 anni, filiera per filiera, che mostrano un’Italia per molti inaspettata, ma vera: carta, vetro, plastica, legno, alluminio e acciaio hanno già superato, o sono a un passo dal farlo, i nuovi obiettivi previsti a livello europeo per il 2025. Altre (apparecchiature elettriche ed elettroniche a fine vita e veicoli fuori uso) crescono più lentamente, ma crescono.

Il nostro è un Paese povero di materie prime, che importa dall’estero, quasi esclusivamente da altri continenti, rendendoci di fatto dipendenti. Questo interferisce con lo sviluppo dell’industria manifatturiera e con molti settori che attualmente rappresentano il fulcro della nostra economia.

“I tassi di riciclo delle singole filiere dei rifiuti d’imballaggio hanno raggiunto livelli di avanguardia: carta (81% e terzo posto in Europa), vetro (76% e terzo posto), plastica (45% e terzo posto), legno (63%, secondo posto), alluminio (80%), acciaio (79%)” si legge sul comunicato ufficiale.

Dunque una buona notizia, anche perché negli ultimi 10 anni in Italia i rifiuti totali prodotti sono passati da 155 a 164 milioni di tonnellate (+6%) e una crescita nella raccolta non può che essere un passo importante.

Ma economia circolare non è solo riciclo e la raccolta differenziata è appena il primo passo del riciclo, mentre reimpostare il modello economico in questa direzione non è solo una necessità ambientale per un pianeta che non ha risorse infinite (e che, anzi, sta dando chiari segnali di sofferenza), ma anche una strategia per garantire sostenibilità a lungo termine. Percorrendo una strada che appare ancora molto lunga.

“Il nuovo pacchetto di direttive europee per i rifiuti e l’economia circolare contiene ambiziosi target di riciclo – spiega a questo proposito Andrea Fluttero, Presidente di Fise Unicircular – perché si raggiungano va affrontato il tema dell’eco-progettazione, […], va assicurato maggiore sbocco ai materiali recuperati attraverso un ‘pacchetto di misure’ finalizzate a promuovere lo sviluppo dei mercati del riutilizzo e dei prodotti realizzati con materiali riciclati”.

In altre parole è necessario che i materiali riciclati abbiano un mercato perché convenga alle imprese riciclare e, affinché le tecnologie di riciclo siano convenienti, è importante che i prodotti siano concepiti già pensando a come riciclare i loro componenti (per esempio assemblandoli in modo che sia più semplice smontarli).

Attualmente, purtroppo, non è così, e quelli più complessi (come i computer dismessi, per esempio), che pure contengono più materie prime importanti, non vengono sfruttati adeguatamente, costituendo un rifiuto che, oltretutto, contiene anche materiali inquinanti.

I passi sono dunque ancora molti, e potranno essere fatti solo con un radicale cambiamento di mentalità, che deve partire da tutti.

Il Rapporto è disponibile a questo link.

Leggi anche:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Roberta De Carolis ha una laurea e un dottorato in Chimica, e ha conseguito un Master in comunicazione scientifica. Giornalista pubblicista, scrive per GreenMe dal 2010.
ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

ABenergie

Smart working: come scegliere il tuo gestore di energia ora che lavori da casa

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook