Flaconi dall’innovativo mix di bioplastica e riciclo delle bottiglie negli oceani

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Packaging sostenibile e completamente riciclabile dai rifiuti di plastica raccolti in mare. È questa l’idea di Ecover, un’azienda belga che produce prodotti per le pulizia ecocompatibili, a base di ingredienti vegetali e minerali, che vuole trasformare i rifiuti gettati in mare grazie a un sistema di riciclaggio all’avanguardia.

La società sta lavorando con Logoplaste, produttore di imballaggi in plastica rigida, per combinare la plastica raccolta dal mare con una plastica riciclata e un’altra a base di canna da zucchero, chiamata Plant-astic, che è 100% rinnovabile, riutilizzabile e riciclabile. I prodotti confezionati con il nuovo materiale, assicura Ecover, saranno messi in vendita già a partire dal prossimo anno.

Non avremo cifre definitive della quantità che sarà recuperata, speriamo di estrarne il più possibile e dare ai pescatori un incentivo per aderire all’iniziativa e aiutare a pulire i mari. Vogliamo utilizzare il più possibile i rifiuti del mare nei nostri imballaggi, questo dipenderà dalla quantità e dalla qualità della plastica che si riuscirà a pescare“, spiega Philip Malmberg, Direttore Esecutivo di Ecover. Per adesso, alcune barche equipaggiate con attrezzature speciali saranno in grado di raccogliere tra le due e le otto tonnellate di rifiuti per ogni calata di rete, mentre altri pescatori raccoglieranno detriti di plastica, separandoli direttamente dal loro pescato.

Le prove per determinare il mix esatto delle tre materie plastiche che permetteranno di offrire il nuovo materiale completamente sostenibile e riciclabile sono già iniziate. Malmberg ha aggiunto: “la sostenibilità è un viaggio senza fine. Una volta risolto un problema, ne apparirà un altro.Ci sforziamo di spingere i nostri sforzi sempre più in là. Come produttori dobbiamo assumerci la responsabilità della sostenibilità in maniera molto seria, intraprendendo azioni concrete sul cambiamento climatico e sul danno fatto dalla nostra eccessiva dipendenza dai combustibili fossili“. Come a dire, va bene ripulire i fondali, ma bisogna soprattutto sensibilizzare l’industria.

Roberta Ragni

Leggi anche:

Flaconi di sapone dal riciclo della plastica della Pacific Trash Vortex

Riciclo creativo: 9 idee per riutilizzare i flaconi dei detersivi

Da Elextrolux aspirapolveri realizzati riciclando la plastica degli oceani

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook