Cortina d’Ampezzo plastic free: da oggi il comune dice addio alla plastica

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Non solo spiagge e aeroporti. Anche una delle località montane più belle d’Italia e più amate dai turisti decide di abbandonare la plastica. Da oggi 1° luglio, Cortina d’Ampezzo, la Regina delle Dolomiti punterà a minimizzare l’impatto della plastica sull’ambiente.

Sia nei ristoranti che nei bar e in tutti i locali in cui verranno venduti alimenti e bevande, la plastica non troverà più posto e sarà sostituita da stoviglie, cannucce e contenitori in materiale biodegradabile e compostabile.

A darne notizia è il comune che lo ha reso noto con un’ordinanza. Tale decisione riguarderà anche le organizzazioni turistiche che nell’ambito della loro attività forniranno pasti e bevande, ma anche i privati e le associazioni che organizzano feste, eventi e sagre in cui è previsto il consumo di alimenti e bevande su aree e luoghi pubblici o aperti al pubblico nel territorio comunale di Cortina d’Ampezzo.

“L’uso della plastica monouso fa parte della nostra quotidianità ed è complesso invertire un’abitudine così diffusa e radicata. Ma è nostro dovere contribuire alla riduzione a tutti i livelli dell’uso della plastica. Il riciclaggio non basta, è necessario ridurne la produzione. E spingere i produttori all’utilizzo di materiali non solo biodegradabili, ma compostabili, affinché l’impatto delle nostre azioni quotidiane non lasci tracce negative sul futuro. Cortina si inserisce, dunque, tra le località montane che tornano “alle origini” anche nei rifugi dove, solo alcuni anni fa, era normale consuetudine utilizzare bicchieri e caraffe in vetro senza ricorrere alla plastica”  ha detto Paola Coletti, Assessore del Comune di Cortina d’Ampezzo.

Unica eccezione: i prodotti in plastica non biodegradabile già presenti nei magazzini potranno essere usati per due mesi.

In realtà, Cortina non è nuova a iniziative di questo tipo. Già a giugno 2019, sulla scia della campagna di sensibilizzazione del Ministero dell’Ambiente “Plastic Free Challenge”, l’amministrazione comunale aveva bandito l’uso della plastica nei propri uffici ma adesso il divieto è stato esteso anche a bar e ristoranti.

 

“La Regina delle Dolomiti segna così un nuovo passo nel percorso verso la realizzazione del “Modello Cortina”, che ha come obiettivi primari la qualità di vita di cittadini e turisti, la preservazione dell’ambiente naturale e di un contesto salutare per tutti, la resilienza socio-economica grazie alla bilanciata interazione tra qualità di vita e competitività” si legge sul sito ufficiale.

Speriamo che altre località, sia montane che marine, possano imitarla in vista dell’estate.

Fonti di riferimento: Comune di Cortina

LEGGI anche:

La Val di Pejo dice addio alla plastica e diventa il primo comprensorio sciistico plastic free al mondo

Gli aeroporti di Firenze e Pisa plastic free: saranno i primi in Europa a sostituire le bottigliette con borracce e fontanelle

Niente più plastica negli hotel: 27mila alberghi italiani diventeranno plastic free

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Cristalfarma

Come gestire nel proprio piccolo disturbi d’ansia e stress di uno dei momenti storici più difficili

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

NaturaleBio

Cacao biologico naturale, in granella o in polvere: benefici e ricette per portarlo in tavola con gusto

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

Schär

Celiachia o sensibilità al glutine? Come ottenere una corretta diagnosi

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook