Bottiglie del sabato sera: arrivano le macchine mangia vetro

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La movida notturna spesso lascia dietro di sé un mare di bottiglie abbandonate nelle strade che fanno da cornice al divertimento. Per tentare di arginare il fenomeno e recuperare correttamente il vetro, a Roma parte “Adotta una piazza“. Dopo l’esperienza positiva del bar degli Aurunci a San Lorenzo, arrivano altre sei macchinette mangia vetro, che triturano le bottiglie vecchie e danno al bevitore diligente uno scontrino che dà diritto ad una consumazione nel locale che ospita il robot .

A produrre le macchine mangia vetro, che fanno risparmiare spazio e tempo sia al gestore del locale, sia alle imprese di raccolta differenziata, è la Tritech Division di Vicenza.

La prima azienda ad aderire al progetto finanziando l’acquisto e la gestione dei robot (del costo di seimila euro ciascuno) è Birra Peroni SPA, che metterà tre macchine mangia vetro a Piazza Campo de’ Fiori, una a Piazza Bologna e una a Piazza dell’Immacolata a San Lorenzo. Segue Italgrob, Federazione Italiana dei distributori di Bevande, che adotterà Largo degli Osci a San Lorenzo , dove metterà una macchina.

Aderiamo a questo progetto – ha fatto sapere Giuseppe Cuzziol, Presidente di Italgrob,– per contribuire a risolvere un problema immediato del comune di Roma, ma anche perché lo riteniamo propedeutico al ritorno del contenitore a rendere all’interno del canale Ho.Re.Ca”.

Adotta_una_piazza

La nostra azienda, insieme a Italgrob, ha sostenuto sin dall’inizio il progetto ‘Adotta una Piazza’ – ha commentato Flavia De Rossi, Responsabile Commerciale Italia Tritech Division – lavorando a stretto contatto con il III Municipio di Roma. La macchina Tritech Glass Magnum è stata modificata ad hoc per rispondere alle esigenze del Comune, che voleva ottenere il decoro delle piazze con il metodo della persuasione e della formazione civica dei giovani. Un intento nobile condiviso dall’Azienda con vero entusiasmo”.

A collaborare al progetto, che spinge i consumatori a buttare le bottiglie negli appositi contenitori, anche i negozianti delle zone coinvolte, che hanno accolto l’iniziativa con grande entusiasmo e partecipazione, mostrando una grande sensibilità verso il problema.

Verdiana Amorosi

Scarica tutti i dettagli del progetto Adotta una piazza

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook