I velisti che hanno ripulito Bari da plastica e rifiuti dopo lo scempio della festa di San Nicola

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La festa di San Nicola, molto amata dai cittadini baresi, aveva lasciato dietro di se una scia vergognosa di rifiuti. Il lungomare ma anche le acque da giorni sembravano una vera e propria discarica a cielo aperto ma grazie alla buona volontà dei velisti e degli operatori ecologici tutto tornato pulito.

Ben tre giorni di festeggiamenti, molto seguiti e con grande partecipazione, tra bancarelle, rievocazioni, fuochi artificiali e frecce tricolori. Dal 7 al 9 maggio, Bari è stata letteralmente presa d’assalto ma all’indomani della festa di San Nicola, in città, soprattutto sul lungomare e in mare, è rimasta solo la spazzatura.

Cartacce, bottiglie di plastica e rifiuti di ogni genere hanno tappezzato il litorale pugliese e il mare, come spesso accade purtroppo quando c’è una così altra concentrazione di persone.

Ma per fortuna c’è chi, armato di buona volontà, si è rimboccato le maniche e ha ripulito la città dallo scempio lasciato. Un gruppo di volontari del Circolo della Vela di Bari ha aiutato gli operatori ecologici dell’Amiu per restituire alla città decoro e pulizia.

Oggi nello specchio d’acqua tra il teatro Margherita e il Molo San Nicola, i velisti a bordo di una barca hanno preso parte alle operazioni di pulizia organizzate dall’azienda d’igiene urbana.

Ecco com’era la situazione prima dell’intervento:

velisti bari

Foto

Un “regalo per Bari contro gli incivili” è stato il motto dei velisti che, amanti del mare, hanno risposto presente rimuovendo dalle acque bottiglie di plastica e di vetro, buste e altri rifiuti.

“Dopo il nostro allenamento quotidiano in barca abbiamo approfittato di mezz’ora libera per pescare un po’ di sporcizia galleggiante – ha raccontato Alessandro Dironzo, uno dei tecnici della squadra agonistica del Circolo Canottieri Barion – Sotto San Nicola e dopo la vigilia di Natale purtroppo è diventato sempre più ricorrente. Abbiamo raccolto poco rispetto alle altre volte a causa della corrente”. 

Bravi!

LEGGI anche:

Francesca Mancuso

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook