cassonetti_differenziataÈ Cessalto, provincia di Treviso, il comune italiano che ricicla di più. Batte tutti gli altri 1279 comuni ricicloni italiani, quelli cioè che raccolgono la soglia minima del 45% di rifiuti attraverso la differenziata (55% per i comuni con meno di 10.000 abitanti), con il 77,8% di raccolta e con l'indice di buona gestione più alto d'Italia: 87,6%. Cessalto ha 3.753 abitanti.

È il Nord ad essere più virtuoso, ed il Veneto svetta tra le regioni con il 64% dei propri comuni ad essere ricicloni. Segue la Lombardia e Friuli Venezia Giulia. Al centro ottima performance delle Marche, ed in particolare ei comuni di Potenza Picena e di Montelupone, entrambi in provincia di Macerata. Al sud bene la Sardegna. Ma da segnalare Salerno, unico capoluogo del sud ad essere incluso in classifica, in virtù del 45,7% di differenziata. Al capoluogo campano è stato assegnato il Premio Conai, per la realizzazione di un piano industriale per la raccolta e gestione dei rifiuti con un sistema integrato domiciliare che ha coinvolto cittadini e amministrazione con capillari campagne di informazione.

Nessuna grande città è riuscita a far parte del club dei comuni virtuosi, anche se con debite differenze: ad esempio Milano è al 35,4%, mentre Roma è al 19,5%. Comunque sono evidenti le difficoltà per una grande città a fare raccolta differenziata come si deve.

Tra i capoluoghi di Provincia, eccellente il risultato di Verbania (72,8%), Novara (70,9%) e Asti (62,1%).

Altre menzioni, tra i comuni con più di 10.000 abitanti, per Sommacampagna (VR), Roncade (TV), San Biagio della Callalta (TV), Potenza Picena (MC), Montespertoli (FI), Porto Sant’Elpidio (AP), il comune di Bellizzi (SA) al primo posto del Sud per il secondo anno consecutivo, con il 72,9 %, seguita da Fisciano (SA) e Giffoni dei Casali (SA).

“Nonostante i buoni e spesso ottimi risultati di molte amministrazioni che ogni anno partecipano a questo monitoraggio – ha detto Vittorio Cogliati Dezza, presidente di Legambiente, che organizza questa assegnazione - a livello nazionale sono ancora troppi i rifiuti, oltre la metà di quelli che produciamo, che finiscono in discarica con grandi differenze tra regioni e con le grandi città che arrancano. In Molise, Sicilia, Liguria e Puglia, più del 90% dei rifiuti finisce in discarica".

Durante la manifestazione premiati dal Coreve anche le "eccellenze" della raccolta differenziata del vetro.

Infine alcuni dati: atrraverso la raccolta differenziata vengono tolti al business della discarica quasi 7 milioni di tonnellate di materiali e si evita l'immissione nell'atmosfera di 2,8 milioni di tonnellate di CO2.

 

casa verde

Reale Mutua

La casa verde: pannelli solari e pozzi geotermici

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram