mondiali germania

I mondiali del Brasile non sono stati di certo un esempio di sostenibilità e di etica. Eventi di grossa portata come la Coppa del Mondo Fifa portano con loro violenze, sfratti sforzati, lavoro minorile e numerose forme di sfruttamento. Ma dal Brasile, e in particolare dai ragazzi, arriva un messaggio positivo: il rispetto per l'ambiente non va dimenticato nei momenti di festa e di allegria. Tedeschi e giapponesi, in due differenti occasioni, hanno dimostrato che il divertimento deve andare di pari passo con la civiltà.

Ed è per questo che un gruppetto di tifosi tedeschi, qualche giorno fa ha organizzato a Copacabana una divertente raccolta dei rifiuti sulla spiaggia. Il risultato? Un enorme serpentone, assemblato raccogliendo i bicchieri di plastica abbandonati su una delle spiagge più famose del mondo.

Il 16 giugno scorso, al FIFA Fun Fest, roccaforte dei fan di e punto di ritrovo e di intrattenimento dei tifosi di tutto il mondo, alcuni ragazzi che parteggiano per la Germania hanno dato vita ad un'iniziativa per ripulire la spiaggia dai rifiuti abbandonati, raccogliendo non solo i propri ma anche tutti quelli che capitavano a tiro, e invogliando tutti i bagnanti a seguire il loro esempio. Un trenino in costume da bagno, che almeno per un giorno ha reso più pulita Copacabana.

Quella tedesca, però, non è stata l'unica iniziativa di questo tipo. Anche un gruppo di tifosi del Giappone, dopo la partita contro la Costa d'Avorio del 14 giugno scorso, nonostante l'amarezza della sconfitta per 2-1, non ha lasciato lo stadio, l'Arena Pernambuco di Recife, senza prima aver raccolto i rifiuti.

Un'iniziativa nata sul momento? Non sembra visto che molti spettatori giapponesi hanno tirato fuori dalle tasche dei sacchetti per la spazzatura. A quanto pare un'abitudine se in tanti, circa un centinaio, erano già attrezzati per la pulizia degli spalti. In Giappone, sia nelle partite in case che in quelle in trasferta, i tifosi a fine gara si armano di buona volontà e portano via i rifiuti. In Italia purtroppo questa tendenza è opposta.

giapponesi mondiali

Chi ha sostenuto che la Coppa non doveva essere giocata, potrebbe cambiare idea entro la fine del mondiale e rendersi conto come tutto questo scambio culturale arricchisce il nostro paese,” è stato il commento di un giovane brasiliano, che ha assistito alla raccolta dei rifiuti in spiaggia, fotografandola. “Credo che la Coppa del Mondo può insegnarci molte cose, non solo la politica e la democrazia ma che anche le semplici azioni possono fare la differenza e avere un impatto notevole”.

Due esempi da ricordare e su cui riflettere proprio perché fanno notizia.

Francesca Mancuso

Foto: Facebook

LEGGI anche:

Mondiali Brasile: gli effetti della Coppa del mondo sui bambini (VIDEO)

Coppa del Mondo 2014: il lato oscuro del Brasile

Coppa del Mondo 2014: la sfida in base alla salute di mari e oceani

Mondiali Brasile: cane ritrova il proprietario dopo aver camminato 800 chilometri

Japoneses e alemães limpam, mas onde estão os catadores oficiais da Copa?

#Mondiali2014: le 32 nazioni in gara viste dallo spazio

casa verde

Reale Mutua

La casa verde: pannelli solari e pozzi geotermici

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram