Contro la piaga del calabrone asiatico, apicoltore inventa una rivoluzionaria trappola che cattura solo le regine

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un apicoltore bretone inventa una rivoluzionaria trappola (ecologica!) per il calabrone asiatico che mette al riparo le api

Non ne poteva più di vedere i suoi alveari distrutti dalla famigerata vespa velutina e così Denis Jaffré, apicoltore bretone, ha ideato una innovativa trappola per i calabroni asiatici che ha vinto anche nel 2018 un prestigioso concorso di invenzioni francese, il Concours Lépine.

Nel 2016 Denis ha perso 35 colonie di api – un vero disastro per la sua attività. Ha deciso allora di creare una trappola ecologica con l’aiuto degli studenti di Ingegneria di Questembert.

@JabeProde

La piaga che si è trovato a combattere torna ogni anno per distruggere gli alveari e uccidere le api: è il calabrone asiatico, il calabrone più grande al mondo conosciuto anche come vespa velutina. Fra la metà di marzo e la metà di maggio, le regine di questa specie cercano di creare il loro nuovo nido. Ed è proprio in quel momento che viene tesa loro la trappola.  Grazie a una stampante 3D ha potuto fabbricare degli alveari fatti su misura per catturare esclusivamente le regine, che sono le fondatrici dei futuri nidi di vespe velutine.

Lo speciale “serbatoio di cattura preventiva” ribattezzato BCPA,  sembra aver funzionato, visto che 150 regine si sono ritrovate prigioniere nella trappola di sua invenzione: mettendo un po’ di cera sul fondo del serbatoio, le regine sono state attirare all’interno ma non ne sono potute uscire.

Visto il successo del suo BCPA, Denis ha fondato JabeProd, una società che fornisce un’alternativa ecologica per impedire la distruzione delle colonie di api a causa dei calabroni asiatici, mettendo a disposizione tutte le info necessarie per assemblare correttamente la trappola e contribuire alla salvaguardia delle api. 

E a quanto pare funziona davvero:

Fonte: JabeProde

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono laureata in Lingue e Culture Straniere. Da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile, tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook