Rimesso in libertà il capriolo incastrato nel cimitero di Bologna

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Si aggirava da giorni nel cimitero della Certosa e finalmente ieri, in tarda serata, il capriolo avvistato tra le tombe del camposanto bolognese è stato messo in salvo dalla Polizia provinciale che lo ha successivamente liberato nell’oasi di protezione della fauna selvatica Destra Reno a Sasso Marconi.

Immobilizzato con una rete da una squadra di quattro agenti e due guardie volontarie, il giovane “bambi”, un esemplare maschio di circa 25 chili, potrà ora unirsi nell’area protetta ad altri esemplari della sua specie.

Non è il primo intervento di questo tipo che la polizia provinciale porta a termine con successo“, ha commentato l’assessore provinciale Gabriella Montera che ha voluto ringraziare personalmente gli agenti che giornalmente “sono impegnati a garantire la tutela delle specie e la sicurezza dei cittadini”.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook