Adorabili rane in miniatura: 7 nuove specie in Brasile (FOTO e VIDEO)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Dopo quasi 5 anni di esplorazione nelle aree montane della foresta pluviale atlantica, in Brasile, un team di ricercatori ha scoperto sette nuove specie di rane in miniatura dai colori vivaci, appartenenti al genere Brachycephalus.

La foresta pluviale atlantica del Brasile ospita un gruppo altamente unico di rane che ha intrigato i per oltre un secolo. Note come Brachycephalus, queste rane sono tra i più piccoli vertebrati terrestri esistenti, con taglie che negli adulti spesso non sono superiori a 1 cm di lunghezza. I loro colori vivaci forse servono come un avvertimento per la presenza di una neurotossina molto potente nella loro pelle, la tetrodotossina.

La prima specie di rana in miniatura è stata descritta nel 1842 dal celebre naturalista tedesco Johann Baptist von Spix, ma la maggior parte delle specie del genere sono state scoperte solo nel corso dell’ultimo decennio, soprattutto a causa della loro natura altamente endemica e per la difficoltà di raggiungere i siti montani remoti in cui si trovano.

Nel corso di cinque anni di lavoro sul campo, un team di ricercatori ha fornito la più grande aggiunta alla biodiversità delle rane in miniatura, con sette nuove specie. Il loro studio è stato pubblicato sulla rivista in PeerJ.

Rachycephalus mariaeterezae

brachycephalus mariaeterezae frog

Brachycephalus fuscolineatus

brachycephalus fuscolineatus frog

Brachycephalus verrucosus

brachycephalus verrucosus frog

Brachycephalus leopardus

brachycephalus leopardus frog

brachycephalus leopardus frog mating

Brachycephalus auroguttatus

Brachycephalus auroguttatus

Brachycephalus boticario

brachycephalus boticario frog

Brachycephalus olivaceus

brachycephalus olivaceus frog

Luiz Ribeiro, ricercatore associato presso il Mater Natura Institute for Environmental Studies, è ottimista circa le prospettive per studi futuri sulle rane in miniatura:Questo è solo l’inizio, soprattutto in considerazione del fatto che abbiamo già trovato altre specie che siamo in procinto di descrivere formalmente “.

Ma il team non ha fatto neanche in tempo a scoprirle che sono già in pericolo di estinzione: le foreste sono molto sensibili ai cambiamenti climatici e la conservazione a lungo termine di queste specie deve passare per la protezione dei loro habitat.

Roberta Ragni

Photo Credit, Luiz Fernando Ribeiro/CC BY SA

Leggi anche:

La rana della pioggia fa impazzire il web con il suo verso (VIDEO)

Kermit, la rana dei Muppets esiste davvero (FOTO)

La rana che diventa blu per attirare la femmina (FOTO E VIDEO)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook