Ipotesi confermata! La prima piuma fossile del mondo proviene da un’ala del dinosauro volante Archaeopteryx

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Sin dalla sua comparsa in una cava di calcare tedesca nel 1861, la prima piuma fossile mai trovata divenne oggetto di un interessante dibattito: se da un lato era molto simile alle piume degli uccelli moderni, dall’altro era sepolta in un’antica roccia che sembrava non tradire la sua remotissima origine. E ora una ricerca fornisce la prova di bene tre questioni controverse: appartiene a un dinosauro, è un tipo di piuma d’ala e il suo colore originale era nero opaco.

In uno studio pubblicato sulla rivista Scientific Reports, il dottor Ryan Carney e il suo team hanno confrontato la piuma – di ben di 150 milioni di anni – con i resti fossili di altre piume trovate più recentemente, affermando che il mistero è stato risolto: la piuma appartiene a un dinosauro Archaeopteryx.

La miscela di caratteristiche di uccelli e dinosauri in questo antico animale delle dimensioni di un corvo è un esempio di transizione evolutiva, a pieno supporto delle teorie di Charles Darwin.

I ricercatori hanno analizzato 9 attributi della piuma fossile insieme ai dati degli uccelli moderni. Hanno in più esaminato i 13 fossili scheletrici conosciuti di Archaeopteryx, tre dei quali contengono queste coperture primarie, e hanno scoperto che la superficie superiore di un’ala di Archaeopteryx ha piume primarie identiche alla piuma isolata per dimensioni e forma. Inoltre, il pennacchio è stato trovato nello stesso sito fossile di quattro scheletri di Archaeopteryx.

piuma dinosauro©National Geographic

Negli ultimi 159 anni si è discusso se questa piuma appartenga o meno alla stessa specie dei resti dell’Archeopterige, nonché da dove provenga e il suo colore originale – afferma Carney. Attraverso un lavoro investigativo scientifico che combina nuove tecniche con fossili antichi, siamo stati finalmente in grado di risolvere questi misteri secolari”.

Utilizzando un microscopio elettronico ad alta potenza, il team ha scoperto altre ulteriori informazioni: attraverso la presenza di migliaia di molecole chiamate melanosomi, responsabili della colorazione della piuma, hanno capito che la piuma era di colore nero opaco. In più, hanno determinato che la piuma proveniva dall’ala sinistra.

È la fine di un dibattito? Non proprio.

piuma dinosauro

©National Geographic

Data la natura isolata del pennacchio fossile, non saremo mai in grado di conoscere la provenienza anatomica e tassonomica con una certezza del 100%. Tuttavia, sulla base di tutte le prove anatomiche e tassonomiche disponibili, confermate indipendentemente da strette connessioni morfologiche con più esemplari, la conclusione più empirica e parsimoniosa è che la piuma rappresenti uno strato principale dell’Archeopterige”, concludono gli esperti.

Questa non è chiaramente la fine dei un dibattito lungo decenni, ma mentre la maggior parte dei nuovi studi su questa piuma affermano di aver risolto il dilemma, col passare del tempo continuiamo a scoprire nuovi dettagli sui fossili dell’Archaeopteryx, comprese le varie forme, colori e funzioni delle loro piume. Chissà cos’altro dobbiamo scoprire!

Fonti: Scientific Reports / National Geographic

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook