@Google

Dove piantare gli alberi nella tua città per combattere smog e surriscaldamento? Te lo dice il nuovo tool Google

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Google ha lanciato il portale Tree Canopy Lab per aiutare le città a scoprire dove piantare più alberi per combattere smog e surriscaldamento

Nelle nostre città, che nei periodi estivi si trasformano in vere e proprie isole di calore, gli alberi e le piante sono sempre più una rarità. Sappiamo tutti, però, che le aree verdi portano una ventata di ossigeno e aiutano a ridurre lo smog, oltre a migliorare la qualità della vita dei cittadini.

Tuttavia, molti comuni potrebbero non avere le risorse economiche adeguate per mappare tutti gli alberi presenti in città e individuare dove sarebbe meglio piantare nuovi alberi. Per aiutare le città a diventare più green, Google ha lanciato recentemente Tree Canopy Lab, un portale molto simile a Google Maps che mostra quali sono le zone più ricche di verde urbano e quelle dove, invece, mancano alberi e predomina il grigio dell’asfalto e degli edifici.

Per il momento l’utilissimo strumento di Google è attivo solo negli Stati Uniti, precisamente a Los Angeles, ma potrebbe essere esteso in altre città del mondo. Per incoraggiare i governi locali ad investire in aree verdi e combattere il cambiamento climatico, Google ha pubblicato un form online da compilare, che potrebbe suggerire le prossime città dove ampliare il servizio in base alle esigenze.

Come funziona  Tree Canopy Lab?

Tree Canopy Lab è un nuovo tool digitale che fa parte della piattaforma Environmental Insights Explorer (EIE), lanciata da Google nel 2018, che aiuta le città a misurare e ridurre le emissioni di carbonio e l’inquinamento, offrendo anche delle proiezioni climatiche per i successivi 20 anni.

Nello specifico, Tree Canony Lab utilizza immagini aeree per stimare la superficie di copertura degli alberi in una città:

“Con le immagini aeree raccolte dagli aerei durante le stagioni primaverile, estiva e autunnale, nonché le capacità di analisi dei dati di Google AI e Google Earth Engine, ora possiamo individuare tutti gli alberi di una città e misurarne la densità. – spiega il team di Tree Canopy Lab – Le immagini che usiamo per questi calcoli includono foto a colori che rappresentano da vicino come vedremmo una città dal cielo. Utilizziamo quindi un’intelligenza artificiale specializzata nel rilevamento degli alberi che scansiona automaticamente le immagini, rileva la presenza di alberi e quindi produce una mappa che mostra la densità della copertura degli alberi”.

L’impatto di Tree Canopy Lab a Los Angeles

Come anticipato, il servizio offerto da Tree Canopy Lab al momento è attivo solo a Los Angeles. Qui si è rivelato uno strumento prezioso attraverso cui è stato possibile scoprire innanzitutto che oltre il 50% dei cittadini vive in aree in cui la presenza di alberi che fanno ombra è inferiore al 10% e che il 44% degli abitanti vive in zone a rischio calore estremo.

Chiunque, sia politici che cittadini, può esplorare Los Angeles nel Tree Canopy Lab e raccogliere informazioni utili. Quest’applicazione può aiutare ad esempio ad identificare blocchi residenziali in cui mancano aree verdi e individuare marciapiedi in cui scarseggiano gli alberi in grado di fare ombra.

tree_canopy_google_

Los Angeles è una delle città degli Stati Uniti che si sta impegnando maggiormente nell’ambito della silvicoltura urbana, non solo per motivi connessi alla sostenibilità, ma anche per abbellire i quartieri e migliorare la qualità della vita dei cittadini. Il portale Tree Canopy Lab si sta rivelando essenziale per raggiungere l’obiettivo che si è posto la città californiana, ovvero piantare e mantenere circa 90.000 entro il 2021. Il sindaco di Los Angeles, Eric Garcetti, ha accolto con entusiasmo il lancio del tool digitale di Google:

“Ogni albero che pianteremo può aiutare ad arginare l’ondata di crisi climatica, e quando espandiamo la nostra foresta urbana, possiamo seminare i semi di un futuro più sano, sostenibile ed equo per le comunità più colpite dall’aumento delle temperature e dall’intensificazione delle ondate di calore. La tecnologia di Google ci aiuterà a portare il potere degli alberi alle famiglie e alle famiglie di Los Angeles aggiungendo verde ai nostri spazi pubblici, iniettando bellezza nella nostra città e portando temperature più fresche nei nostri quartieri.”

E in Italia? Il portale Tree Canopy Lab purtroppo non è ancora attivo nel nostro Paese. Ma Google ha ribadito la sua disponibilità per aiutare altre città del mondo a diventare più green e sostenibili, sfruttando il nuovo servizio.

“Renderemo le intuizioni di Tree Canopy Lab disponibili per centinaia di altre città nell’anno a venire mentre continuiamo a sostenere le ambiziose città di lavoro come Los Angeles stanno facendo per intraprendere iniziative di piantumazione e manutenzione degli alberi.” – ha annunciato il team di Google. –”Invitiamo gli urbanisti e i politici a contattarci per iniziare una conversazione con noi condividendo il loro interesse attraverso la compilazione di questo modulo“.

Non ci resta che sperare che i sindaci e gli assessori delle nostre città si facciano avanti! Sarebbe bello (e utile a noi e all’ambiente) vedere grandi città come Roma o Milano con meno grigio e più verde.

Fonte: Google

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Per la rivista Sicilia e Donna si è occupata principalmente di cultura e interviste. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe
eBay

I migliori accessori da avere se usi il monopattino elettrico

eBay

Come scegliere la migliore piscina fuori terra per giardino o terrazzo

eBay

Bricolage: le migliori soluzioni per organizzare al meglio i tuoi attrezzi da lavoro

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook