Incendi in Amazzonia: dall’armadillo gigante all’aquila coronata, 265 specie animali e vegetali rischiano di estinguersi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Gli incendi in Amazzonia stanno minacciando 265 specie animali e vegetali, molte già a rischio estinzione. Rischiamo di perdere l’intero ecosistema

Gli incendi in Amazzonia stanno provocando una perdita inestimabile di biodiversità, che potrebbe portare alla distruzione dell’intero ecosistema della foresta.

L’Amazzonia ospita più della metà delle specie animali e vegetali presenti sulla Terra e la sua sopravvivenza è indispensabile per tutto il pianeta.

Le oltre 30mila specie vegetali presenti nella foresta pluviale regolano il clima globale immagazzinando quantità enormi di carbonio, mentre le specie animali sono fondamentali per le funzioni vitali dell’ecosistema, ad esempio garantendo la dispersione dei semi e l’impollinazione delle piante.

Da oltre un mese le fiamme stanno devastando l’area mettendo a rischio 265 specie già in pericolo, tra cui 180 specie animali e 85 vegetali.

A lanciare l’allarme è il WWF, che sottolinea come gli incendi siano il colpo di grazia per piante e animali, molti dei quali già a rischio e poste sotto tutela poiché minacciati dalla perdita di habitat causata dalla deforestazione.

In un’analisi pubblicata proprio dal WWF all’inizio del mese di agosto, infatti, l’organizzazione ambientalista metteva in guardia sulla riduzione di uccelli, anfibi, rettili e mammiferi: dal 1970 al 2014 le popolazioni che abitano le foreste sono diminuite del 53%.
Nella maggior parte dei casi, il rischio per questi animali è rappresentato dalle attività umane e riguarda soprattutto la foresta amazzonica.

Gli incendi delle ultime settimane in Amazzonia hanno causato la perdita di quasi 25mila km2 solo nella foresta brasiliana, distruggendo il 150% in più di aree verdi rispetto all’anno precedente. È chiaro come questo determini la perdita di moltissime specie vegetali e provochi la morte di numerosi animali, vanificando gli sforzi di conservazione e tutela fatti fino a oggi.

Il fuoco in Amazzonia sta mettendo in serio pericolo la sopravvivenza di specie a rischio tra cui rientrano l’armadillo gigante, l’aquila coronata e il tinamo grigio, ma anche animali che non rientrano in forme di tutela come il Caluromysiops irrupta, una specie di opossum.

La distruzione di alberi espone a gravi rischi anche gli ambienti acquatici, non più protetti dalla vegetazione e minacciati dalle polveri sprigionate dagli incendi, dall’erosione del suolo e dall’interramento dei fiumi.

Siamo di fronte a un’emergenza planetaria, che secondo il  WWF deve essere affrontata con urgenza. L’organizzazione chiede ai governi un “New Deal per la Natura e le persone” per garantire la tutela degli ecosistemi un impegno concreto volto a risolvere la crisi climatica in atto entro il 2020.

Leggi anche tutti i nostri articoli sugli incendi in Amazzonia e in particolare:

Tatiana Maselli

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, redattrice web dal 2013, ha pubblicato per Edizioni Età dell’Acquario "Saponi e cosmetici fai da te", "La Salvia tuttofare" e "La cipolla tuttofare".
Cristalfarma

Meteorismo e pancia gonfia? Migliora la tua digestione con l’alimentazione e non solo…

Deceuninck

Come scegliere gli infissi giusti per una casa ecosostenibile

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook