Pangolini, ecco i mammiferi più trafficati illegalmente del mondo (VIDEO)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Che cosa è un pangolino? Se non ne avete mai sentito parlare, non siete i soli. Nonostante in pochi conoscano questa specie, i pangolini sono in realtà il mammifero più trafficato illegalmente al mondo, essendo utilizzati come “ingrediente” sia nella medicina tradizionale asiatica che in alcuni piatti tipici.

Questi piccoli mammiferi dell’ordine Philodota, spesso definiti come “formichieri squamosi”, hanno grandi, scaglie sovrapposte composte di cheratina, le stesse proteine che compongono le unghia negli umani e il corno nel rinoceronte. Servono come difesa primaria dai predatori. Quando sono minacciati, gli animali si chiudono all’interno di questa armatura efficace.

Ci sono otto specie pangolino, quattro native dell’Asia e quattro originarie dell’Africa. I pangolini sono insettivori, si nutrono di formiche e termiti, agendo quindi come controllori naturali di questi parassiti. La loro anatomia è ben adattata a questa dieta specializzata: lunghi artigli per scavare formicai e termitai; orecchie che si sigillano per prevenire attacchi e lingue lunghe fino a un terzo del corpo per scovare le prede.

Peccato che tutte e otto le specie di pangolino siano incluse nell’elenco delle specie minacciate di estinzione della CITES, come spiega Wild Aid. Per questo il loro commercio è quasi ovunque vietato. Purtroppo, però, la domanda di pangolino causa ancora decine di migliaia di morti ogni anno.

Almeno 218.100 pangolini sono stati sequestrati tra il 2000 e il 2012, una cifra destinata a rappresentare solo una frazione degli esemplari che vengono illegalmente scambiati. Lo IUCN stima che almeno 1 milione di persone abbiano acquistato pangolini negli ultimi dieci anni, sia vivi che congelati. Dall’Africa all’Asia, lungo le stesse rotte dell’avorio di elefante e di rinoceronte.

Roberta Ragni

Photo by Paul Hilton

Leggi anche:

Il pangolino buffo che si rotola nel fango (VIDEO)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook