Orchidea in estinzione salva grazie ai ricercatori delle Università di Venezia e Milano

hinamtoglossum adriaticum

Hinamtoglossum adriaticum, questo il nome della varietà di orchidea in via di estinzione salva grazie al lavoro dei ricercatori dell’Università Ca’ Foscari di Venezia e dell’Università degli Studi di Milano. Gli esperti hanno salvato il magnifico fiore combinando i suoi semi con particolari sostanze che ne hanno favorito la germinazione.

I suoi fiori sono di colore bianco, rosa e violetto, e la loro forma è caratterizzata dalla presenza di una sorta di lunga lingua sottile tra i petali, che li distingue da tutti gli altri. Le varietà particolari di orchidea presenti nel mondo sono davvero numerosi. Vi avevamo parlato, ad esempio, dell’orchidea vespa e dell’orchidea scimmia.

Si tratta spesso di varietà rare o a rischio di estinzione, che per fortuna possono essere salvate grazie a un lavoro scientifico meticoloso e ad operazioni per la salvaguardia della biodiversità e per la tutela della natura. Questa particolare orchidea era stata inserita tra le specie vegetali in via d’estinzione dalla comunità scientifica.

L’orchidea Hinamtoglossum adriaticum trova il proprio habitat naturale nelle Prealpi, negli Appennini e in alcune zone dell’Europa Orientale. I ricercatori dell’Università Ca’ Foscari hanno lavorato in collaborazione con Simon Pierce dell’Università degli Studi di Milano. Le ricerche sono state condotte presso i laboratori del Centro Flora Autoctona della Regione Lombardia.

orchidea adriaticum

fonte foto: zadweb.biz.hr

Ora gli esperti sperano di ripopolare l’ambiente naturale con questa orchidea grazie al lavoro condotto sui semi. Si tratta di orchidee molto sensibili ai cambiamenti ambientali, che purtroppo trovano difficoltà nel riprodursi in natura. Proprio per questo motivo, le orchidee rientrano spesso nelle convenzioni internazionali per la tutela della biodiversità, tanto che l’orchidea Hinamtoglossum adriaticum è state definita una specie prioritaria da proteggere dalla Comunità Europea.

Dopo la comunicazione ufficiale della nascita della Giornata Mondiale della Natura istituita dall’Onu, ecco un’altra buona notizia per la tutela della biodiversità, che questa volta riguarda in modo specifico il nostro Paese e i risvolti positivi della ricerca scientifica che si occupa di difendere la natura e le specie a rischio di estinzione.

Marta Albè

Fonte foto: naturamediterraneoforum.com

Leggi anche:

Fior di vespa, l’orchidea a forma di ape
Monkey Orchid: l’orchidea a forma di scimmia
Flying Duck Orchid: l’orchidea a forma di anatra

Schar

Il pane senza glutine: tipi di pane e cereali utilizzati

Triumph

Come riciclare i reggiseni e gli abiti usati

Decathlon

Hai una bici usata? Torna Trocathlon dove puoi acquistare e vendere l’attrezzatura sportiva

Germinal Bio

#Bionest la nuova campagna Germinal Bio che mostra il dietro le quinte del biologico

San Benedetto

Cosa vuol dire compensare la CO₂: la linea Ecogreen di San Benedetto

tuvali
seguici su Facebook