@canadastock/Shutterstock

“Natale in quota”: vivere le montagne da casa attraverso 15 film in streaming offerti da CAI

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Oggi si celebra la giornata mondiale delle montagne, indetta dall’Onu nel 2003. E da sempre le montagne sono una meta molto gettonata per le vacanze natalizie. Sono tantissimi gli italiani che ogni anno amano trascorrere le feste sulla neve, quest’anno però la pandemia ci costringe a trascorrere il Natale tra le mura di casa, rinunciando alla settimana bianca.
Le montagne sono fonte di relax e d’ispirazione per tutti. Sono state sognate, pensate, disegnate e raccontate da scrittori, poeti e registi. E in questa nuova fase di emergenza sanitaria, quale miglior modo di “visitare” la montagna se non attraverso il cinema? Dal 15 dicembre al 15 gennaio sarà possibile riscoprire la bellezza delle vette attraverso 15 straordinari film.
L’iniziativa “Natale in quota” nasce da una collaborazione tra il Cai (Club alpino italiano) e il Trento Film Festival che hanno deciso di allietare le festività di tutti gli appassionati di cinema e della montagna, realizzando una piattaforma che offre 15 film che hanno partecipato alle recenti edizioni del festival.

“Vogliamo stare accanto alle persone nel momento in cui sono costrette a rinunciare alle avventure in natura e in montagna che tanto amano, consentendo loro di rivivere, singolarmente o in famiglia, le vicende ricostruite e raccontate dai protagonisti della cinematografia di montagna” spiega Vincenzo Torti, presidente generale del Cai. “”Natale in quota” vuole essere un invito a valorizzare, all’interno delle nostre case, quella capacità di attendere che permette agli alpinisti di trovare il momento di bel tempo decisivo per arrivare in cima. Lo abbiamo voluto immaginare, dunque, come una finestra sull’anno nuovo, un vero e proprio campo base del 2021″.

“Natale in quota” non è semplicemente una rassegna cinematografica per appassionati di sci alpino ed escursionismo, ma anche un’occasione per per rivedere il nostro rapporto con la natura, dalla quale tendiamo troppo spesso ad allontanarci.

“Un’iniziativa fortemente voluta dal Trento Film Festival e dal Cai, che del Festival non è solo socio fondatore, ma colonna portante” chiarisce il presidente del Trento Film Festival Mauro Leveghi. “Il nostro vuole essere un contributo alla riflessione sul rapporto tra uomo e natura: per ripartire, dopo la pandemia, sarà necessaria una rinnovata cultura del limite, e di questo cambiamento le comunità di montagna credo possano essere una leva fondamentale”.

“Natale in quota”: la lista dei film disponibili in streaming

Ecco i 15 film che potremo guardare dal 15 dicembre al 15 gennaio:
1. … More Beautiful Than Heaven (Natalia Makhanko, Federazione Russa / 2018 / 63′)
2. Cielo (Alison McAlpine, Canada, Cile / 2017 / 78′)
3. Dirtbag: The Legend Of Fred Beckey (Dave O’Leske, Stati Uniti / 2017 / 96′)
4. Dreamland. A Documentary About Maciej Berbeka (Stanisław Berbeka, Polonia / 2018 / 86′)
5. Finale ‘68. Di Pietre E Pionieri, Di Macchia E Altipiani (Gabriele Canu, Italia / 2018 / 66′)
6. In questo mondo (Anna Kauber, Italia / 2018 / 97′)
7. Itaca Nel Sole. Cercando Gian Piero Motti (Natale Fabio Mancari, Tiziano Gaia
, Italia / 2018 / 76′)
8. Ninì (Gigi Giustiniani, Italia / 2014 / 65′)
9. Oltre Il Confine. La Storia Di Ettore Castiglioni (Andrea Azzetti, Federico Massa, Italia, Svizzera / 2017 / 66′)
10. Piano To Zanskar (Michal Sulima, Regno Unito / 2018 / 86′)
11. Queen Without Land (Asgeir Helgestad, Norvegia / 2018 / 70′)
12. Reset – Una Classe Alle Svalbard (Alberto Battocchi, Italia / 2017 / 52′)
13. Steps – Giovani Alpinisti Su Antichi Sentieri (Alberto Dal Maso, Sara Segantin, Italia / 2019 / 49′)
14. Storie Di Pietre (Alessandro Leone, Italia / 2019 / 74′)
15. This Mountain Life (Grant Baldwin, Canada / 2018 / 78′)
Fonte: Club Alpino Italiano
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Per la rivista Sicilia e Donna si è occupata principalmente di cultura e interviste. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook