Miliardi di ‘meduse’ blu sulle spiagge, dalla California all’Italia (FOTO e VIDEO)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

A prima vista potrebbe sembrare un manto di palloncini sgonfi, dai bellissimi colori blu e viola. In realtà si tratta degli spiaggiamenti di massa delle Velella velella, conosciute anche come ‘barchette di San Pietro’.

Spesso vengono ritrovate sulle rive (o al massimo a 1-2 cm di profondità nell’acqua) di tutti gli oceani, con una preferenza per le acque calde o temperate. Quest’anno hanno cominciato a spiaggiarsi negli Stati Uniti prima sulle spiagge di Oregon e Washington, dice Kevin Raskoff, un biologo marino del Monterey Peninsula College. Poi hanno cominciato a presentarsi anche lungo le coste della California, dove hanno dato vita a uno spettacolo davvero surreale.

4 oregonjellies velella velella 1 of 1-4.adapt.1900.1

velella

velella velella 1

Photo Credit Sherry L. Brukbacher/National Geographic

Gli animali di solito galleggiano sulla superficie in mare aperto, sfruttando le correnti d’aria e d’acqua alla ricerca di cibo usando la loro triangolare “vela”. Ma in anni in cui il vento cambia direzione, vengono spinti verso la riva, andando incontro a morte quasi certa. È accaduto anche sulle spiagge italiane, dove le “velella velella” hanno recentemente colorato di blu i litorali di Sicilia, Sardegna e Calabria. Lo scorso anno, invece, fu la volta di Lazio e Campania.

velella-velella-3

velella-velella-2

Photo Credit

Come gli altri cnidari (celenterati), sono animali carnivori. Catturano la preda, generalmente plancton, tramite i tentacoli che contengono delle tossine. Per gli uomini non sono un vero e proprio pericolo.

Se li si tocca si potrebbe anche non sentire alcun dolore sulle dita delle mani. Ma se si strofinano gli occhi o se si tocca una parte più sensibile della pelle sì. In altre parole, la regola è non toccare. Ed è comunque preferibile evitare di toccarsi gli occhi o altre zone delicate dopo aver preso in mano un Velella velella.

Roberta Ragni

Leggi anche

Meduse: 10 rimedi naturali e consigli

Mediterraneo sempre più popolato da meduse. Ma perché?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook