L’ingegnere che ha creato 20 mini foreste piantando 100mila alberi nei villaggi indiani

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Dal 2015, l’ingegnere Amresh Samant è riuscito finora a creare mini foreste in 20 villaggi nei distretti di Jagatsinghpur e Kendrapara, in India, fino a raggiungere l’incredibile numero di 100mila alberi piantati.  

Dal lunedì al venerdì Amresh Naresh Samant lavora come ingegnere elettrico presso il porto principale di Orissa, nel fine settimana invece quest’uomo di 46 anni dedica tutti i suoi sforzi per aumentare le aree verdi della sua regione piantando mini foreste nei villaggi con lo scopo di mitigare gli impatti ambientali causati dall’erosione del suolo e dalle inondazioni.

La dedizione e l’impegno di Amresh hanno fatto rinascere oltre agli alberi anche la speranza. Un chiaro esempio è il villaggio di Lunukula del distretto di Jagatsinghpur, che cinque anni fa aveva un aspetto sterile. Tutto il verde era stato derubato da una serie di disastri naturali e dal commercio illegale del legno. Oggi, il villaggio – che ospita 2.000 persone – ha 500 varietà di alberi. Nello stesso modo altri 19 villaggi nella zona hanno recuperato il loro verde.

“Quando ho iniziato questa iniziativa a Lunukula, gli abitanti dei villaggi non erano consapevoli dell’importanza degli alberi e di una copertura verde. Mi ci è voluto del tempo per fargli capire il motivo per cui piantare alberi sia tanto importante per mantenere l’equilibrio ecologico. Oggi si prendono cura degli alberi”, racconta in un’intervista l’ingegnere indiano.

Sebbene piantasse alberi già da molti anni, il progetto delle mini foreste è iniziato nel 2015. All’inizio era da solo, però poco a poco e con molta pazienza e persistenza è riuscito a coinvolgere le persone locali oltre a più di 100 volontari, riuscendo così a piantare tra i 500 e i 1.000 gruppi di alberi nativi in ogni villaggio.

Il suo è un vero impegno, per complementare i suoi sforzi ha continuato a studiare, questa volta però l’ambiente e lo sviluppo sostenibile, in modo tale da migliorare le sue conoscenze scientifiche e poterle applicare nel progetto.

“Proteggere l’ambiente non è solo piantare alberi. Così ho completato un percorso professionale per comprendere i vari aspetti dell’ambiente e utilizzare le mie conoscenze per aumentare il verde nella regione”, aggiunge.

Grazie alle sue azioni, Amresh è conosciuto da tutti nella zona come Brukhya Manab, ovvero l’uomo della foresta di Jagatsinghpur che crea le sue piccole giungle gramya (foreste rurali) intorno ai villaggi, rendendoli più verdi. Senza dubbio, il suo attivismo ambientalista merita tutta la nostra ammirazione e riconoscimento.

Fonte: The New Indian Express

Ti potrebbe interessare anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Comunicatrice sociale specializzata in giornalismo ambientale e terzo settore, un master in Comunicazione Ambientale e uno in Innovazione Sociale. In greenMe ha trovato il suo habitat ideale.
eBay

Pulizie di primavera: fai ordine in casa e nell’armadio vendendo online quello che non usi

Foodspring

Colazione proteica vegan per chi la mattina ha il tempo contato

Speciale Fukushima 10 anni

11 marzo 2011. 10 anni fa il terribile disastro di Fukushima, una lezione che non deve essere dimenticata

NaturaleBio

ebay

Seguici su Instagram
seguici su Facebook