2010, l’anno della biodiversità

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il 2010 sarà l’anno internazionale della Biodiversità. Ad annunciarlo è stata l’International union for conservation of nature, (Unione mondiale per la conservazione della natura, Iucn), che ha lanciato un appello per la salvaguardia dell’ambiente.

L’Iucn, in particolare, ha illustrato l’importanza della biodiversità per la vita stessa dell’uomo. Come ha riferito Neville Ash, capo del programma ecosistema dell’Iucn ”la biodiversità è alla base di tutta la vita sulla terra. Abbiamo bisogno di azioni concrete e politiche di sostegno per la conservazione delle specie, per la gestione e il ripristino degli ecosistemi, comprese le aree protette e del paesaggio più ampio, per promuovere l’uso sostenibile delle risorse naturali”.

Il messaggio è chiaro, occorre fare di più. Nel 2010 infatti si chiuderà il countdown per la biodiversità, che aveva lo scopo di ridurre il più possibile l’estinzione delle specie. Tuttavia, i risultati non sono stati quelli auspicati. Proprio per questo, l’Iucn è scesa in campo, per ribadire la necessità di una Convezione sulla biodiversità. Va ricordato che l’estinzione è un fenomeno irreversibile e purtroppo in crescita. Secondo i dati forniti da Iucn, in tutto il mondo sono a rischio il 21% dei mammiferi, un anfibio su tre, un uccello su otto e il 27% dei coralli.

Ma vediamo gli appuntamenti di questo mese. Lunedì 11 gennaio a Berlino ci sarà il lancio ufficiale dell’Anno Internazionale della biodiversità, il 20 gennaio sarà la volta del congresso “Nature” del comitato francese dell’Iucn. Poi, il 21 e il 22 avrà luogo l’esibizione sulla biodiversità dell’Unesco in cui saranno mostrate alcune soluzioni naturali sulla relazione tra aree protette e cambiamenti climatici a Parigi.

Francesca Mancuso

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

ABenergie

Smart working: come scegliere il tuo gestore di energia ora che lavori da casa

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook