Eruzione dell’Etna: pioggia di pietre e cenere, chiuso l’aeroporto. Le immagini dei nostri lettori

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Si tratta di una delle più spettacolari attività eruttive degli ultimi anni. Alte fontane di lava e colate di magma incandescente dall’Etna stanno dando spettacolo in Sicilia e anche in Calabria, dove la colata è ben visibile.

Leggi anche: Etna, in corso una delle più grandi maestose e imponenti eruzioni del vulcano degli ultimi anni

A testimoniarlo sono tantissimi lettori che ci stanno inviando le loro immagini e le loro testimonianze. Sono loro che ci hanno raccontato della copiosa pioggia di cenere e lapilli che ha raggiunto Catania, con la caduta di pietre grandi fino a un centimetro.

L’attività è cominciata con “un trabocco lavico dal versante orientale del cratere di Sud Est che ha prodotto un modesto collasso del fianco del cono, generando un flusso piroclastico che si è sviluppato lungo la parete occidentale della valle del Bove”. In pratica, parte di una parete del cono vulcanico del Sud Est ha ceduto, lasciando fuoriuscire il magma.

Intanto l’aeroporto internazionale di Catania è stato chiuso per i possibili danni che potrebbe provocare la cenere lavica. La colonna di fumo e cenere emessa dal cratere di Sud-Est è alta oltre un chilometro e il buio non consente di garantire la sicurezza dei voli.

La cenere e i lapilli probabilmente provocheranno disagi per la circolazione, come accaduto in passato. Ma a Catania e dintorni sono abituati ai ruggiti del vulcano. E per ora gli abitanti si godono lo spettacolo.

LA TESTIMONIANZA DELLA NOSTRA INVIATA

“Stavolta la lava è scesa anche più velocemente del solito, nel giro di circa un’ora praticamente. La nostra fortuna è avete la valle del Bove che fa da bacino e la raccoglie. Ma in passato la lava è arrivata anche nel paese di Mascali, distruggendolo. Era il 1928… L’eruzione del 1928 costituisce l’unico evento eruttivo, dal XVIII secolo ad oggi, che ha causato la distruzione di un centro abitato dell’Etna”

LE VOSTRE FOTO

@PINA AURA

@GIANLUCA SIENA

@Lorena Magnano

@MARINA CIMINO

@PINA AURA

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Foodspring

Colazione proteica vegan per chi la mattina ha il tempo contato

eBay

Pulizie di primavera: fai ordine in casa e nell’armadio vendendo online quello che non usi

Speciale Fukushima 10 anni

11 marzo 2011. 10 anni fa il terribile disastro di Fukushima, una lezione che non deve essere dimenticata

NaturaleBio

ebay

Seguici su Instagram
seguici su Facebook