Erbario: come e perché realizzare un diario della natura (VIDEO)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Amate la natura e le passeggiate nel verde? Allora potete provare a realizzare un erbario, un vero e proprio diario della natura dove i racconti delle vostre gite ed esplorazioni siano accompagnati da elementi naturali, come le foglie che avrete raccolto o dei fiori essiccati.

Sarà molto divertente creare un erbario in compagnia dei bambini oppure dare vita ad un diario personale che contenga sia informazioni botaniche e sugli utilizzi delle piante che delle riflessioni personali.

Grazie alle app per riconoscere le piante, compilare un erbario ora diventa ancora più semplice con un piccolo aiuto dalla tecnologia. Esistono diverse app da questo punto di vista. Una delle più recenti è Plantnet.

Un consiglio ulteriore per imparare a riconoscere le piante e i fiori che incontrate sul vostro cammino è di munirvi di un bel manuale sulle piante spontanee che riporti sia delle illustrazioni che delle fotografie. Troviamo che le fotografie, in particolare, siano davvero importanti per riconoscere meglio i fiori e le piante.

Ricordate che per conservare foglie, piccoli fiori o altri elementi naturali li dovrete lasciare essiccare per qualche giorno il più possibile senza rovinarli. Uno dei metodi più utilizzati è quello di riporre fiori e foglie tra le pagine di un dizionario magari da sormontare con un libro o con un altro peso.

Gli insegnanti e i genitori potranno creare un erbario per aiutare i bambini a rimanere in contatto con gli elementi della natura. Accanto alle informazioni sulle piante si potranno annotare dei dettagli sul clima e sulla fauna che popola una determinata zona.

La bellezza di ogni erbario sta nell’originalità. Potrete partire da un quaderno di cui rivestire la copertina oppure potrete creare il vostro diario della natura da zero, rilegando dei fogli. Non ci sono linee guida particolari per creare l’erbario perfetto. Dunque non dovrete fare altro che dare spazio alla vostra creatività.

Il nostro consiglio è di arricchire il vostro erbario con delle illustrazioni create da voi e di cercare subito delle informazioni sulle piante e sui fiori a cui siete interessati non appena ritornate dalla vostra gita. Così potrete iniziare subito a prendere appunti sul vostro diario senza dimenticare nessun dettaglio.

Per dare vita al vostro primo erbario o diario della natura prendete spunto da questo video.

Marta Albè

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Life Coach, insegnante di Yoga e meditazione. Autrice del libro “La mia casa ecopulita” edito da Gribaudo - Feltrinelli editore.
Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook