È arrivato un Natale carico di… specie da salvare

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Secondo l’Unione internazionale per la salvaguardia della natura un quarto dei mammiferi del mondo rischiano di scomparire. Cosa possiamo fare per aiutarli? Questo Natale aderiamo anche noi al progetto di adozioni del WWF, proteggere una delle 12 specie simbolo del nostro pianeta: la tigre, il panda, l’orango, l’orso polare, la foca, il pinguino, il ghepardo, lo scimpanzé, l’elefante, il lupo, l’orso bruno e il delfino.

Tali animali infatti hanno davvero bisogno di noi per salvarsi dall’estinzione, cui vanno incontro, inesorabilmente. Diverse sono le modalità con cui possiamo aiutarli, anche solo con un contributo di 30 euro, con l’Adozione semplice. Ma possiamo fare molto di più, scegliendo l’Adozione Trio, grazie alla quale a fronte di un offerta minima di 125 euro sarà possibile salvare un trio, ossia tre animali appartenenti a quattro differenti habitat. In questo caso, la tigre, il panda e l’orango per l’habitat Asiatico, l’orso polare, la foca, il pinguino per quello Polare, il ghepardo, lo scimpanzé, e l’elefante per l’habitat Africano e il lupo, l’orso bruno e il delfino per quello Italiano.

box_adottaspecie_natalePer ciascun trio, dopo l’adozione, si riceveranno i tre peluche ed i rispettivi kit, ciascuno con il planisfero, e i certificati possono essere personalizzati con nomi diversi. I peluche inoltre sono privi di componenti potenzialmente tossici, senza alcuna presenza di PVC.

E che ne dite dell’Adozione Digitale disponibile anche nella versione “I WWF you”, entrambe con un’offerta minima di 30 euro? Con esse sarà possibile aiutare una delle dodici specie e con la prima si riceverà uno screensaver, uno sfondo per il desktop e una firma digitale direttamente via mail, riducendo al minimo anche l’impatto dell’iniziativa, mentre con I WWF You riceverete in regalo il panda del WWF circondato da un cuoricino, da regalare in occasione di particolari ricorrenze.

WWF_adotta

In questo caso, se l’adozione è un dono, è possibile l’invio di una bellissima ecard al destinatario, che preannuncia il regalo in arrivo, che verrà recapitato nella data scelta: anche il 25 dicembre! Niente paura, quindi, per i ritardatari. Cosa aspettiamo a dare una mano ai nostri amici in pericolo? Fallo aderendo al progetto con il contributo, ma anche condividendo questo post il più possibile o anche solo lasciando un commento di incoraggiamento. Fallo ora!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook