La misteriosa città galleggiante apparsa dal nulla al largo di Barcellona

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Una città galleggiante, apparsa nei giorni scorsi quasi dal nulla in mezzo al mare. È successo al largo di Barcellona dove tutte le persone presenti sulla spiaggia sono rimaste letteralmente a bocca aperta.

Una sagoma grigia e ben definita si stagliava all’orizzonte, con torri alte e una forma che ricordava quella di una piattaforma offshore. Ma in realtà in mare non c’era assolutamente nulla di reale e tangibile. Si trattava infatti di un effetto ottico già riscontrato in alte parti del mondo, dalla Sicilia alla Cina: l’effetto Fata Morgana.

Le condizioni meteorologiche particolari presenti il 18 febbraio hanno generato l’effetto Fata Morgana, immortalato da Xavi Cabo. L’uomo ha poi inviato la foto a La Vanguardia, che l’ha pubblicata. Le immagini sono state scattate dalla spiaggia di Gavà.

“È stato spettacolare”, racconta. “Visivamente era come una città sul mare.

L’effetto Fata Morgana prende il nome dall’omonima maga mitologica, sorellastra di Re Artù, che mostrava ai marinai fantastici castelli in aria o in terra per attirarli e quindi condurli alla morte.

Si tratta di un miraggio o di un’illusione ottica dovuta a un’inversione di temperatura. Gli oggetti che si trovano all’orizzonte, tra cui isole, scogliere, navi o banchi di ghiaccio, possono assumere un aspetto allungato che si estende in altezza. Di fatto ciò che vede un osservatore posto a distanza è una sorta di castello delle fiabe.

Come ha origine? Esso si verifica quando i raggi di luce vengono incurvati dal passaggio attraverso strati d’aria a temperature diverse. In condizioni di tempo sereno, può accadere che uno strato d’aria molto calda sovrasti uno d’aria più fredda. In questo caso, si crea un condotto atmosferico che agisce come una lente di rifrazione, producendo una serie di immagini.

Questo fenomeno può essere visto sia sulla terra che in mare, sia nelle regioni polari che nei deserti. Nel nostro paese l’effetto Fata Morgana è noto da secoli al largo delle coste della Sicilia e della Calabria, nello stretto di Messina.

È stato avvistato anche in Cina a Jiangxi e Foshan 5 anni fa ma a quanto pare a Barcellona il fenomeno è stato notato ripetutamente  negli ultimi tempi.

Come spiega La Vanguardia, i riferimenti alle cosiddette “città galleggianti” sono aumentati al largo della costa di Barcellona per due motivi: condizioni meteorologiche favorevoli e il traffico significativo di grandi navi, da crociera e mercantili, che transitano nel porto della città catalana.

Fonti di riferimento: La Vanguardia

LEGGI anche:

La misteriosa città galleggiante nel cielo della Cina che sta incantando il mondo (VIDEO)

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook