Cellule staminali per salvare gli animali a rischio estinzione?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Che lo studio delle cellule staminali fosse fondamentale per arrivare a rigenerare importanti tessuti e rafforzare la lotta alle malattie oggi incurabili lo sapevano più o meno tutti. Oggi però – grazie ad un team di scienziati californiani – sembra che queste particolari cellule non ancora specializzate possano essere impiegate anche per , come il rinoceronte bianco o il drillo.

Come? Riproducendo in vitro esemplari che rischiano di sparire. Lo studio – condotto dall’équipe di Jeanne Loring, direttore del Centro per la medicina rigenerativa dello Scripps Research Institute, in California, è stato pubblicato sulla rivista “Nature Methods” e ripreso anche dalla Bbc.

In breve, gli studiosi americani sono partiti da alcuni frammenti di tessuti di alcune specie di animali a rischio estinzione – come il rinoceronte bianco e il drillo della famiglia dei mandrilli – e hanno ricreato in laboratorio cellule staminali simili a quelle embrionali. L’obiettivo è quindi ottenere dalle cellule spermatozoi e ovuli, per poter poi riprodurre in vitro nuovi esemplari di animali che rischiano di scomparire.

Fantascienza? Sembra proprio di no.
Secondo gli scienziati è solo questione di tempo (e di studio): tra alcuni anni potremo avere in vitro cellule embrionali di animali a rischio, in grado di salvare le specie in via di estinzione e curare le loro malattie, evitando così la loro scomparsa sulla Terra.

Come dire, andare “contro natura” per tentare di salvarla…Voi che ne pensate?

Verdiana Amorosi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

ABenergie

Come scegliere e valutare il tuo gestore di energia luce e gas. Scarica la guida

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook