Decine di capibara si rimpossessano di un campo da golf in Bolivia, deserto per la quarantena

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Dozzine di capibara hanno invaso il campo da golf Urubó a Santa Cruz de la Sierra, in Bolivia, approfittando delle restrizioni causate dal coronavirus. Gli animali selvatici si sono riversati nei 200 ettari del club,  nuotando nella laguna del “resort” e pascolando sui prati verdi abbandonati dai giocatori.

A riprenderli è stato un addetto della struttura, che ha osservato  fino a 40 esemplari di questi roditori giganti nei terreni abbandonati e incolti dell’Urabò Golf durante la quarantena boliviana.

La struttura ha “approfittato” dell’evento per declamare il proprio impegno per la cura della natura e degli ecosistemi in un post su Facebook. Un’operazione di marketing mal riuscita, perchè un campo da golf non è assolutamente un ecosistema naturale. Per fortuna, i capibara hanno finalmente ripreso possesso del terreno sottratto alla natura per giocare a uno sport da sempre criticato per il suo impatto sull’ambiente.

Oltre ai capibara, i media televisivi hanno segnalato la presenza massiva di pesci nei canali del Paese, le cui acque sono tornate finalmente a essere limpide. Proprio come era accaduto in Italia nei canali di Venezia.

Le fotografie del quotidiano Opinión immortalano acque cristalline e anche varie specie di uccelli nei loro dintorni. Fino a poche settimane fa, il fiume Rocha, che attraversava il 76% del comune di Cochabamba, era il più inquinato del dipartimento.

 

Fonte: Los Tiempos, Pagina Siete, Facebook Urobò Golf

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook