Questa salamandra è in grado di autofecondarsi e di rigenerare arti e cervello

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il più simpatico animale mai visto prima è in via di estinzione. Comunemente chiamata Axolotl la Ambystoma mexicanum è una salamandra branchiata in realtà non molto nota, che appartiene all’ordine dei Caudata, anfibi dotati di una lunga coda con zampe corte adatte a nuotare o a camminare.

Questo simpaticissimo animale dalla faccia di un anime giapponese, citato persino dalle leggende azteche (Ajolote), vive nel lago Xochimilco a Città del Messico, ma la sua sopravvivenza è fortemente in pericolo. Tra il 1998 e il 2008, la loro popolazione è scesa da 1.500 individui per chilometro quadrato ad appena 25, per via della perdita dell’habitat, dell’attacco da parte di specie invasive, come le carpe asiatiche, e dell’inquinamento. Per fortuna, in pochi anni la loro situazione sta lentamente migliorando, soprattutto da quando, a partire dal 2010, è stato inserito ufficialmente nelle liste degli animali in via di estinzione.

Questa salamandra branchiata non è unica solo per il suo dolcissimo aspetto. La prima riguarda il fatto che la femmina è in grado di autofecondarsi, raccogliendo il seme del maschio sul fondale, ma è anche in grado, in alcune località della sua area di diffusione, di raggiungere la maturità sessuale e ripordursi allo stato di larva. Questa capacità è chiamata neotenia e indica il mantenimento in età adulta di alcune caratteristiche giovanili.

axolotl

axolotl2

Le axolotl, inoltre, posseggono anche la capacità di rigenerare i propri arti, guarendo dalle ferite senza presentare le cicatrici. È anche per questo che riescono a vivere in media fino a ben 15 anni, seguendo una dieta a base di molluschi, vermi, larve di insetti, crostacei e alcuni pesci. Abituati ad essere predatori nel proprio habitat, le Ambystoma mexicanum hanno iniziato a risentire pesantemente dell’introduzione di pesci di grandi dimensioni nei laghi in cui vivono, mentre minacce naturali comprendono solo uccelli predatori come gli aironi.

Il pericolo per le bellissime axolotl viene anche dalla cattura in natura per il commercio. Sono infatti in molti a desiderare una creatura così originale nel proprio acquario, mettendo in pericolo questa specie e negando la libertà ai singoli individui con la solita arroganza che caratterizza alcuni uomini. Non lasciatevi tentare, quindi, dal suo tenero aspetto che porta inevitabilmente a dire “ne voglio uno”. Infine, come spiega il National Geographic, l’axolotl arrosto è considerata una vera prelibatezza in Messico, fattore che riduce ulteriormente il numero degli individui nei laghi.

Roberta Ragni

Leggi anche:

Il Pipistrello Bianco dell’Honduras

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

ABenergie

Smart working: come scegliere il tuo gestore di energia ora che lavori da casa

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook