Scoperto Menara, l’albero tropicale più alto del mondo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Si chiama Menara, è alto circa 100,8 metri ed è l’albero tropicale più alto finora sconosciuto. A scoprirne l’esistenza è stato un team di scienziati delle Università di Nottingham e Oxford.

In collaborazione con la Sud Est Asia Rainforest Research Partnership, i ricercatori hanno individuato questo splendido colosso, che cresce rigoglioso nelle foreste di Sabah.

Negli ultimi anni sono stati scoperti vari alberi tropicali eccezionalmente alti (Shorea faguetiana) che crescono proprio a Sabah, uno stato malese sull’isola del Borneo. L’altezza record finora osservata andava da 88 a 94,1 metri nel 2016, quando fu trovato un intero boschetto di meranti gialli alti 90 metri.

Tale record è stato ulteriormente eclissato di recente, quando il team guidato dalle università di Nottingham e Oxford, ha annunciato tramite il National Geograpghic  la scoperta di un gigante di 100 metri. Anche se esistono alberi ben più alti, la maestosa creatura osservata è la pianta da fiore più alta al mondo e anche quella tropicale più alta mai individuata.

Per dare un’idea, se fosse posato a terra, sarebbe più lungo di un campo da calcio. Il team ha chiamato l’albero “Menara”, termine malese che significa torre. Hanno stimato che pesa 81.500 kg escluse le radici.

Gli alberi da record sono tutti, finora, della stessa specie: i meranti gialli. Si tratta di creature in pericolo, presenti nella la lista rossa IUCN. Anche se la foresta pluviale primaria di Sabah è sotto protezione, l’abbattimento dei meranti continua inesorabile in altre parti del Borneo.

Queste creature incredibili sono scrigni di biodiversità. Possono ospitare fino a 1.000 insetti, funghi e altre specie di piante.

Menara è stato trovato nella zona di conservazione della valle di Danum, al centro di uno dei tratti di foresta pluviale planiziale più protetti e meno disturbati del sud-est asiatico. Per individuarlo, gli scienziati hanno usato le immagini fornite nel 2018 da una scansione laser della foresta.

Danum protegge l’orangutan, in via di estinzione, il leopardo nebuloso e gli elefanti delle foreste. E adesso, si scopre che garantisce rifugio anche agli alberi tropicali più alti della Terra.

Ma non è tutto. Secondo gli scienziati Menara potrebbe non essere il più alto. È possibile che la foresta ospiti un esemplare capace di superarlo. Per questo saranno condotti ulteriori ricerche volti anche alla tutela di questi polmoni verdi.

Lo studio è in attesa di revisione per la pubblicazione su bioRxiv.

LEGGI anche:

Francesca Mancuso

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook