Fonte Foto: Ansa.it

Un nuovo piccolo roditore va ad aggiungersi alle specie di mammiferi finora conosciute ed individuate da parte della scienza. Si tratta del Margaretamys christinae, un roditore arboricolo le cui dimensioni permettono di sorreggerlo nel palmo di una mano. Il suo habitat naturale è costituito dalla foresta pluviale indonesiana. Il merito del suo ritrovamento è da attribuire ai ricercatori impegnati in una spedizione esplorativa organizzata dall'Università La Sapienza di Roma.

Gli esperti hanno individuato il nuovo esemplare di roditore, purtroppo già considerato a rischio di estinzione, ad un'altezza di 1500 metri di quota all'interno della foresta pluviale indonesiana dei monti Mekkonga, situati a sud-est dell'isola di Sulawesi. La spedizione è stata coordinata da parte di Alessio Mortelliti, afferente al dipartimento di Biologia e Biotecnologie "Charles Darwin" della Sapienza. Si tratta dell'unica missione in quei luoghi che venga effettuata da parte di ricercatori scientifici a partire dall'ultima spedizione esplorativa avvenuta nel 1932 per conto della Germania.

La missione, della durata di tre mesi, ha ricevuto i necessari finanziamenti da parte del Mohamed bin Zayed Species Conservation Fund. La spedizione esplorativa si è svolta tra i mesi di dicembre 2010 e marzo 2011 ed i risultati relativi ad essa sono stati pubblicati sulle pagine della rivista scientifica "Tropical Zoology", edita da parte dell'Istituto per lo Studio degli Ecosistemi del Consiglio Nazionale delle Ricerche, con sede a Firenze.

Il nuovo esemplare di mammifero è stato individuato nel corso della spedizione grazie all'aiuto degli abitanti del villaggio di Wawo. Il roditore appartiene alla famiglia dei muridi, composta da quattro specie in totale, che sono state localizzate nella zona di Sulawesi. Il genere Margaretamys si distingue per la tonalità del mantello, la bicolorazione della coda e la costituzione ossea del cranio, che ne determina una forma peculiare.

Le implicazioni di natura conservazionistica e zoogeografica relative alla scoperta della nuova specie sono state ritenute rilevanti da parte degli esperti, come confermato dalle parole di Alessio Mortelliti: "La presenza di una specie di Margaretamys nei monti Mekkonga conferma come le montagne di quest'isola siano state un'importante area di speciazione per i mammiferi. L'isola di Sulawesi, infatti, è tra le zone con il maggior numero di specie endemiche di mammiferi, l'tutte caratterizzate da areali estremamente ridotti e pertanto ad elevato rischio di estinzione". L'International Union for Conservation of Nature (IUCN) ha immediatamente inserito la nuova specie nella lista degli animali maggiormente a rischio di scomparsa, tanto più che la zona in cui il roditore è stato individuato sarebbe parte di un'area forestale non tutelata dal punto di vista ambientale e sarebbe di conseguenza ritenuta ad alto rischio di deforestazione.

Marta Albè

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram