coop_boschi_e_foreste

Ogni tre secondi scompare l’equivalente di un campo di calcio e già oggi con le nostre azioni sui prodotti a base carta ogni anno salviamo l’equivalente di oltre 500 campi di calcio. Il nostro obiettivo è raddoppiare il risultato alla fine della campagna”. È quanto si legge in un comunicato ufficiale sul sito della cooperativa più famosa d’Italia, che, con il nuovo programma "Boschi e foreste" si impegna a non commercializzare prodotti fabbricati con legno provenienti da foreste primarie o da alberi che rischiano di estinguersi.

Da qualche tempo anche la carta utilizzata per produrre i volantini delle promozioni, le riviste per i soci e i cataloghi per i clienti proviene da materiale riciclato certificato FSC.

Ma non è tutto, perché i prodotti a marchio Coop realizzati con la carta seguono rigorosi standard di eco sostenibilità, come FSC o con cellulosa riciclata, ed entro la fine del 2011 tutti i mobili da arredo interno ed esterno saranno prodotti con legno certificato FSC o TFT.

In realtà si tratta di una campagna di lungo raggio – ha commentato Vincenzo Tassinari, Presidente Consiglio di Gestione di Coop Italia - che va avanti per tappe successive e arriverà fino al 2015. Agiamo sui prodotti per parlare di foreste, ovvero di un importante capitolo del più delicato problema dell’equilibrio ambientale, della difesa della biodiversità e anche dei cambiamenti climatici”. Questa nostra nuova campagna è la convinta e coerente continuazione del nostro impegno per l’ambiente. Già oggi con le nostre azioni sui prodotti a base carta ogni anno salviamo l’equivalente di oltre 500 campi di calcio. Il nostro obiettivo è raddoppiare il risultato alla fine della campagna che andrà avanti per tappe successive e arriverà fino al 2015 con l’obiettivo di mettere in vendita solo articoli fabbricati con legno proveniente da filiere certificate, così come almeno il 51% degli articoli di carta del nostro assortimento. Agiamo sui prodotti per parlare di foreste, ovvero di un importante capitolo del più delicato problema dell’equilibrio ambientale, della difesa della biodiversità e anche dei cambiamenti climatici. Ogni consumatore può tramite un gesto quotidiano dare un contributo alla salvaguardia di boschi e foreste. Ancora una volta vogliamo essere apripista con un progetto ampio ed impegnativo che ci auguriamo altre imprese seguano”.

Insomma, considerando che ogni anno vengono distrutti tra gli 11 e i 15 milioni di ettari di foreste naturali, l’iniziativa COOP sembra un bel passo in avanti per evitare il peggio.

 

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
festival scirarindi
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram