Oasi naturale Umbria

A caccia di fondi per salvare una preziosa foresta in Umbria, i cui alberi sono tagliati periodicamente per produrre legname. Potrebbe essere la prima Oasi naturale del Fondo Forestale Italiano, che ha lanciato la campagna di crowdfunding.

Situata nella Valnerina, al centro dell'Umbria, la foresta si affaccia sul paese medievale di Scheggino, pochi chilometri a nord delle cascate delle Marmore. Qui vivono lupi e nidificano le aquile reali. Un paradiso di biodiversità che rischia di essere distrutto.

"Tagliati periodicamente per fare legname, ai suoi alberi non viene mai permesso di diventare grandi e maestosi. La foresta è giovane e fragile, e per diventare una vera foresta, una foresta vetusta con alberi maturi, ha bisogno di essere protetta" si legge nella richiesta di aiuto del Fondo Forestale Italiano che vuole acquistare la foresta e renderla la sua prima Oasi Naturale Protetta.

Si tratta di un’area di 15 ettari dove gli alberi non verranno mai tagliati e avranno il tempo di crescere secondo le loro dinamiche naturali. Inoltre, verranno piantati anche degli arbusti per aumentare la biodiversità e offrire riparo e nutrimento alla fauna selvatica. Un'area area di 2.000 mq lungo il fiume Nera sarà invece riforestata con le specie arboree adeguate al territorio.

foresta umbria 2
 
foresta umbria 3

Percorso didattico

Oltre a tutelare la foresta, una parte della riserva dotata di una strada in terra battuta, sarà trasformata in un percorso didattico con informazioni sulla fauna e la flora locali, in un’ottica di promozione dell’educazione ambientale e dell'eco-turismo.

Un modo per far conoscere a grandi e piccoli un paradiso poco noto, nel cuore dell'Umbria.

Il crowdfunding per acquistare la foresta

Il Fondo Forestale Italiano ha lanciato una campagna di crowdfunding grazie alla quale spera di ottenere i 40mila euro necessari ad acquistare la foresta e a svolgere i lavori di tutela degli alberi e di messa a dimora delle nuove piante, oltre alla riforestazione della parte non boschiva.

foresta umbria 4
 
foresta umbria 5

"Le aree coperte da foreste vetuste sono sempre più ridotte e separate fra di loro da zone urbanizzate o sfruttate in altro modo, e non offrono un habitat sufficiente per le specie minacciate. L’attuale politica orientata a favorire le biomasse forestali come fonti di energia rischia di portare a una gestione dei boschi italiani in un’ottica di mero sfruttamento economico: una visione cieca di fronte all’importanza delle foreste in quanto habitat complessi e patrimonio comune da tutelare. È quindi imperativo e quanto mai urgente agire per salvaguardare l’esistente e ripristinare parte di quanto è stato perduto in termini di patrimonio forestale" spiega il Fondo.

Se volete contribuire a far nascere la prima Oasi naturale del Fondo Forestale Italiano cliccate qui

LEGGI anche:

Francesca Mancuso

tuvali 320 a

TuVali

+ di 130 corsi online su Salute e Benessere, a partire da 5€ su TuVali.it

donnapop

Segui DonnaPOP

Il magazine femminile che trascina nell'arena i trend del momento!

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
oli essenziali
ricette
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
corsi pagamento
whatsapp gratis
seguici su instagram