foreste giganti

I cambiamenti climatici favoriscono la presenza e la crescita di alberi giganti. Lo rivela uno studio condotto dalla Wageningen University e dalla Nanjing University. Secondo la ricerca, le cosiddette foreste giganti si trovano all'interno di una specifica area climatica che si sta espandendo sempre di più a causa dell'aumento globale delle temperature.

Le foreste pluviali sono tra gli ecosistemi più importanti ma anche più minacciati del mondo. Stranamente, crescono sia in climi tropicali che temperati. Oggi coprono circa il 6% della superficie totale della Terra e ospitano oltre la metà delle specie di piante (almeno due terzi) e animali del mondo. Le condizioni di cui hanno bisogno per vivere fino a ora erano poco conosciute.

Marten Scheffer che ha guidato il team di ricerca ha osservato: “Studiando tutta la Terra, abbiamo scoperto che l'altezza della chioma non è un continuum. Le chiome alte oltre 25 metri sono sorprendentemente rare. Solitamente gli alberi sono più bassi o si trovano solo nella foresta pluviale”.

I ricercatori hanno mostrato che la distribuzione di alberi che raggiungono grandi altezze, superando i 25 metri, è fortemente limitata alle situazioni in cui si verificano precipitazioni medie annue al di sopra dei 1500 mm di pioggia. Ciò accade nelle zone con climi tropicali e temperati. Eppure si sta assistendo all'espansione delle foreste giganti.

Gli scienziati prevedono infatti che l'area totale con livelli di precipitazioni simili aumenterà di circa quattro milioni di km2 a livello globale nei prossimi decenni a causa dei cambiamenti climatici.

“Questi risultati implicano che la gestione strategica potrebbe facilitare, in linea di principio l'espansione delle foreste giganti, proteggendo la biodiversità in grave pericolo e lo stoccaggio di carbonio in regioni selezionate”, dice Xu Chi, specialista dell'Università di Nanchino che ha analizzato i dati.

Quali sono le implicazioni della presenza sempre più diffusa di queste enormi creature? Per una volta i cambiamenti climatici faciliteranno la diffusione di queste foreste che ospitano gran parte della biodiversità oggi in pericolo e che sono in grado di immagazzinare grandi quantità di carbonio. Una magra consolazione per noi ma secondo i ricercatori è anche un'opportunità che  può essere concretizzata solo se si riusciranno a gestire al meglio questi preziosi ecosistemi.

L'ennesimo regalo di Madre Natura, che nonostante i danni che l'uomo infligge alla Terra, trova sempre il modo di risollevarsi e di offrici le migliori condizioni di vita.

LEGGI anche:

Francesca Mancuso

maschera lavera 320

Salugea

Colesterolo alto: ridurlo in soli 3 mesi naturalmente

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
banner colloqui dobbiaco
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram