Olivo Sardegna

Alberi secolari, veri e propri monumenti che finalmente hanno la loro mappa e i loro giusti riconoscimenti, ma soprattutto l'adeguata protezione. Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali ha pubblicato in questi giorni il primo elenco degli Alberi Monumentali d’Italia, in cui sono stati inclusi 2407 alberi monumentali.  

L'elenco fu approvato con Decreto del Capo Dipartimento delle politiche europee e internazionali e dello sviluppo rurale e redatto ai sensi dell’art.7 della legge 14 gennaio 2013, n.10 e del relativo decreto attuativo 23 ottobre 2014. Composto da due sezioni - la sezione 1 che annovera gli alberi il cui iter amministrativo di iscrizione è completo e la sezione 2 in cui si trovano quelli per i quali è attesa la formalizzazione dello stesso iter -, l’elenco comprende 2407 fusti “che si contraddistinguono per l’elevato valore biologico ed ecologico, per l’importanza storica, culturale e religiosa”.

Di fatto, per valutare l’eventuale carattere di monumentalità di un fusto si è stimato non solo il contesto ambientale, ma anche quello storico e paesaggistico in cui l’albero o il sistema omogeneo di alberi si inserisce.

Questo primo elencoha dichiarato il Ministro Maurizio Martina – rappresenta uno strumento utile per diffondere la conoscenza di un patrimonio naturale e culturale collettivo di inestimabile valore. Gli alberi monumentali hanno un forte valore identitario per molte comunità e per questo vogliamo promuovere e valorizzare la loro conoscenza tra i cittadini”.

È anche per questo che sul sito istituzionale è stata creata un’apposita sezione dedicata agli alberi monumentali, dove sono indicate caratteristiche e geolocalizzazione dei “monumenti” verdi, aggiornate costantemente.

il castagno di melitani a cerva catanzaro

Il castagno di Melitani a Cerva (Catanzaro)

i cipressi di sal brescia
Cipressi a Salò - Brescia

i larici di santa gertrude a ultimo bolzano I larici di Santa Gertrude a Ultimo(Bolzano)

 L’elenco degli alberi monumentali, appartenenti a specie autoctone e alloctone, è costituito da individui singoli, filari, gruppi e alberature, radicati in contesti agro-silvo-pastorali o urbani.

Leggi anche:

Un bel passo in avanti, insomma, verso il riconoscimento e la salvaguardia di magnifici alberi monumentali, dei filari e delle alberate di particolare pregio. Anche la tutela del patrimonio arboreo, che non sia necessariamente solo monumentale, è un esempio di sviluppo sostenibile e di diffusione della cultura del verde. Una bella cosa da donare a noi e alle generazioni future.

Germana Carillo

L'albero della cover è l'olivo di Villamassargia (Sud Sardegna) - Fonte delle foto: politicheagricole.it

forest bathing sm

Trentino

Forest Bathing e non solo, per guarire con la natura

banner orto native

La guida utile

La guida per fare un orto in piccoli spazi. Chiara, veloce e gratuita!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
banner orto giardino
whatsapp
seguici su instagram