alghe lago erie glifosato

Il lago Erie, uno dei maggiori bacini della zona dei Grandi Laghi, negli Stati Uniti, è invaso da alghe tossiche. A causa della presenza di queste alghe l’acqua non è più potabile e la vita degli animali è in pericolo.

Il fenomeno della diffusione delle alghe tossiche è stato associato all’utilizzo del glifosato nelle coltivazioni di mais e soia Ogm. Il glifosato è l’ingrediente principale del controverso erbicida Roundup di Monsanto. I residui del suo utilizzo nei campi finiscono nel lago Erie con conseguenze che negli ultimi anni stanno soffocando la vita acquatica.

Un nuovo studio condotto da Cristopher Spisie, professore di chimica della Ohio Northern University, ha stabilito una correlazione significativa tra l’uso del glifosato in agricoltura e la presenza di fosforo reattivo disciolto (DRP) nelle acque del lago.

I ricercatori hanno osservato che negli ultimi anni la quantità di DRP è aumentata molto, soprattutto a partire dal 1990, quando gli agricoltori hanno iniziato a coltivare Ogm e ad utilizzare molto il Roundup.

Leggi anche: GLIFOSATO: TRACCE DI VELENO NELLA PASTA E NEI CIBI CHE MANGIAMO TUTTI I GIORNI (LE MARCHE)

L’erbicida Roundup viene applicato in abbondanza sulle coltivazioni di mais Ogm e di soia Roundup Ready per distruggere le erbacce. Il mais e la soia in questo caso infatti sono stati geneticamente modificati proprio per resistere all’azione di questo diserbante a base di glifosato. Il glifosato è un diserbante non selettivo, fitotossico per tutte le piante; nella propria formula chimica contiene fosforo (indicato dalla lettera P).

alghe lago erie 3
 
alghe lago erie 4
 
alghe lago erie 5
 
alghe lago erie cover

L’Environmental Protection Agency ha rilevato che nella zona del lago Eire vengono utilizzate circa 1000 tonnellate di erbicida Roundup ogni anno. La presenza del Roundup viene rilevata nei corsi d’acqua adiacenti soprattutto in primavera.

glifosato alghe mappa 1glifosato alghe mappa copia

Gli esperti che stanno studiando la situazione hanno scoperto che le alghe presenti nel lago sono in grado di utilizzare il fosforo e altri composti a base di fosforo provenienti dall’uso del glifosato come risorsa per il proprio sviluppo.

Leggi anche: GLIFOSATO: CHIEDIAMO IL DIVIETO IMMEDIATO DELL'ERBICIDA MONSANTO GIUDICATO CANCEROGENO DALLA IACR

Le alghe di colore verde-blu presenti nel lago purtroppo sono nocive per la vita acquatica e la loro presenza si sta incrementando sia a causa del glifosato che per via dei cambiamenti climatici, tra temperature calde e forti piogge che ne alimentano la crescita.

Queste alghe tossiche sottraggono ossigeno dalle acque del lago e creano delle vere e proprie zone di morte dove i pesci non sono in grado di sopravvivere. Si tratta di alghe tossiche anche per l’uomo, dato che possono causare eruzioni cutanee, vomito, intorpidimento e difficoltà respiratorie.

Come risolvere una situazione tanto grave? Già a febbraio 2016 gli Usa e il Canada hanno annunciato l’obiettivo di voler ridurre la quantità di fosforo che va a finire nelle acque del lago Eire del 40% entro il 2025. Ciò potrebbe significare dover limitare l’impiego del glifosato in agricoltura. Potrebbe diventare un motivo in più per mettere al bando l’erbicida Roundup.

Marta Albè

maschera lavera 320

Salugea

Colesterolo alto: ridurlo in soli 3 mesi naturalmente

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
banner colloqui dobbiaco
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram