gigante di alliste ulivo salento

In Salento il Gigante di Alliste sta morendo a causa della Xylella. Questo albero racconta il volto amaro della situazione tragica che negli ultimi anni sta interessando gli ulivi del Salento. Il Gigante di Alliste è diventano il simbolo della lotta alla Xylella e alle eradicazioni degli ulivi salentini.

Si tratta di un ulivo di 1500 anni che ormai viene purtroppo considerato un condannato a morte attaccato dall’infezione causata dal batterio killer Xylella fastidiosa. Fino a questo momento i tentativi per salvare questo ulivo secolare sono risultati inutili dato che nessun rimedio provato dal proprietario dell’albero ha avuto efficacia.

Durante l’estate 2015 sono stati effettuati degli innesti di leccino per tentare di salvare il Gigante di Alliste, ma dopo le prime speranze il tentativo si è dimostrato fallimentare e l’ulivo ha continuato a soffrire insieme agli altri 400 alberi che lo circondano.

Ormai il Gigante di Alliste sembra condannato a morte certa. Inizialmente la pratica dell’innesto per salvare l’ulivo simbolo del Salento aveva destato buone speranze, ma ora il Gigante di Alliste appare di nuovo in grave pericolo.

A risollevare gli animi di chi vive in Salento – e non solo – e di chi lotta da anni per la difesa degli ulivi arrivano però le immagini di un albero davvero particolare. Si tratta dell’ulivo pensante di Ginosa, un ulivo sul cui tronco possiamo scorgere le sembianze di un volto umano, un dono inaspettato che ci fa comprendere quanto la natura possa essere potente e possa ancora sorprenderci.

Marta Albè

Fonte foto: Il blog di Carlo Vulpio

Leggi anche:

I CORSI CHE TI FANNO STARE BENE!

Più di 100 corsi online su Alimentazione, Benessere, Psicologia, Rimedi naturali e Animali a partire da 5€. Test, attestati e la possibilità di vederli e rivederli quante volte vuoi!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su instagram
seguici su facebook
fai la cosa giusta

Dai blog